Home » Senza categoria » Acido ialuronico: diversi pesi molecolari per diverse funzioni

Acido ialuronico: diversi pesi molecolari per diverse funzioni

L’acido ialuronico è una molecola naturalmente presente nel nostro organismo. A livello cutaneo, insieme all’elastina e al collagene, forma la struttura che sostiene la pelle.  Grazie alla sua struttura ed alla sua capacità di trattenere una quantità d’acqua fino a 1000 volte superiore al suo peso, l’acido ialuronico  regola l’elasticità e l’idratazione della pelle.

Con l’avanzare dell’età l’acido ialuronico naturalmente prodotto dal nostro corpo diminuisce, la pelle inizia a diventare sempre meno compatta, più disidratata, spenta e compaiono le prime rughe. Le creme all’acido ialuronico sono formulate proprio per aiutare la pelle a mantenersi il più possibile elastica, liscia e vellutata. Bisogna specificare però che all’interno dei cosmetici troviamo un “derivato” dell’acido ialuronico, totalmente biocompatibile e sicuro. I derivati che possiamo ritrovare comunemente nei cosmetici sono:

  • Il sale dell’acido ialuronico ovvero il sodio ialuronato (INCI: Sodium Hyaluronate)
  •  L’acido ialuronico idrolizzato (INCI: Hydrolyzed Hyaluronic Acid)

Il sodio ialuronato

Il sodio ialuronato, che ha la funzione di  legare le molecole d’acqua e mantenere la cute idratata, può essere ad alto, medio o basso peso molecolare. In base al peso molecolare agisce in maniera diversa. 

  • Alto peso molecolare: non riesce a penetrare efficacemente negli strati sottocutanei e quindi, formando una pellicola trasparente superficiale, ha azione protettiva sulla pelle. L’epidermide si presenterà liscia e  la perdita di acqua sarà ridotta.
  • Medio peso molecolare: supera la barriera cutanea e fornisce alla pelle tutta I’acqua necessaria a preservarne intatto il capitale di bellezza e turgore.
  • Basso peso molecolare riesce invece ad offrire un’idratazione prolungata e penetrare all’interno della cute riuscendo a distendere le rughe e rendere la pelle compatta. Più è basso il peso molecolarepiù il sodio ialuronato riuscirà a penetrare velocemente negli strati più profondi della pelle dando un maggiore turgore e volume ai tessuti. Il sodium hyaluronate può essere introdotto all’interno dei cosmetici ad una concentrazione compresa tra 0.1 e 1%. Al massimo si può arrivare al 2%.

L’acido ialuronico idrolizzato

L’acido ialuronico idrolizzato è l’altra forma con cui l’acido ialuronico si può trovare nei cosmetici. Nella forma idrolizzata il peso molecolare è molto ridotto e penetra in profondità idratando intensamente la pelle e svolgendo un’efficace azione anti-rughe. L’acido ialuronico in forma micronizzata è in grado di impedire l’evaporazione dell’acqua cutanea e rendere la pelle vellutata e distesa. Come il sodio ialuronato, può essere usato ad una concentrazione compresa tra lo 0.1 e l’1%. 

Quale crema scegliere?

Un cosmetico che contiene solo sodium hyaluronate ad alto peso molecolare  è perfetto come idratante a 20/25 anni. Esso, infatti, rimpolpa ed idrata la pelle soltanto in superficie agendo su piccole rughe di espressione. A questa età è un valido cosmetico anti-age perché idratando previene i primi segni di invecchiamento (colorito spento, perdita di compattezza).

Un cosmetico, invece, che associa sodium hyaluronate a vari pesi molecolari e hydrolyzed hyaluronic acid è l’ideale  per le pelli mature intorno ai 45/50 anni, ma anche a partire dai 30/35 anni. L’associazione di queste due forme di acido ialuronico idrata la pelle, la rende più elastica, luminosa e riempie le rughe un po’ più marcate.  Affinché i cosmetici svolgano un’intensa azione anti-età devono, infatti, contenere entrambe le forme di acido ialuronico a vari pesi molecolari.

Potrebbero interessarti anche:

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*