Home » sana alimentazione » Alimento acidificante o alcalinizzante?

Alimento acidificante o alcalinizzante?

Dobbiamo distinguere tra alimenti acidificanti (o produttori di acidi) e alcalinizzanti. Gli alimenti acidificanti, malgrado l’apparenza neutra o alcalina, possono generare la liberazione di una grande quantità di acidi nel processo di trasformazione metabolica nell’organismo umano. Occorre analizzare gli alimenti dopo la digestione, fare misurazioni del pH fisiologico per vedere come gli alimenti sono in grado di modificarlo. Solo così possiamo classificarli correttamente. La distinzione tra cibi acidificanti e alcalinizzanti è alla base della dieta del pH di cui abbiamo parlato in precedenza.

Esistono molte tabelle e schemi che riportano la suddivisione dei cibi in acidi o basici. Nel classificare gli alimenti dobbiamo però fare attenzione: la cosa importante è l’effetto acido-base prodotto nel nostro organismo dalla metabolizzazione dell’alimento, non il pH intrinseco dell’alimento! Per esempio non dobbiamo considerare il limone un cibo acido: Il limone ha un pH molto basso, legato all’abbondante presenza di  acido citrico; le sue componenti acide hanno natura organica e come tali vengono facilmente metabolizzate dall’organismo ed eliminate con la respirazione, mentre quelle basiche inorganiche vi permangono più a lungo; l’effetto finale è quello di alcalinizzare, chi l’avrebbe mai detto??!!! Così il latte: è alcalino nella sua formula iniziale ma a seguito di ossidazione diventa acido, ci acidifica!

Allora come facciamo a sapere se l’alimento che stiamo mangiando è acidificante e quindi dannoso per il nostro organismo? Esistono dei parametri di base su cui basarci, ma di questo parleremo la prossima volta!

Ciao!

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*