Home » influenza e raffreddore » Autunno: 10 integratori per affrontare il cambio di stagione

Autunno: 10 integratori per affrontare il cambio di stagione

L’autunno rappresenta il passaggio dall’estate ad un clima che si fa sempre più freddo e meno assolato. Il cambio di stagione è un periodo faticoso per il nostro organismo che deve adattarsi a  continui sbalzi di temperatura e alle variazioni di luce che incidono sul ciclo del sonno, con ripercussioni sulla nostra vitalità. In condizioni di stress fisico anche il sistema immunitario inizia ad accusare colpi e sebbene si tratti di un periodo passeggero è possibile ricorrere ad alcuni integratori alimentari per ritrovare l’energia e affrontare il cambio di stagione al meglio.

Ecco 10 integratori utili per affrontare il cambio di stagione:

1) Multivitaminici

Le vitamine e i sali minerali sono importanti per l’organismo e la salute. Per citarne alcune:

  • La vitamina C, per rafforzare il sistema immunitario. Contenuta in molta frutta e verdura, in particolare negli agrumi, è utile per limitare fastidi quali raffreddore, tosse e mal di gola, anche per ridurne le recidive.
  • Le vitamine del gruppo B stimolano le attività dei neurotrasmettitori, rinforzano la muscolatura, limitano fenomeni quali stress, ansia e depressione.
  • La vitamina E è un antiossidante: contrasta l’invecchiamento cellulare, limita l’azione dei radicali liberi, rende pelle e capelli più sani e stimola la risposta del sistema immunitario.
  • La vitamina D, essenziale per il benessere delle ossa, per la riduzione della stanchezza e per l’equilibrio mentale. L’organismo produce vitamina D con l’esposizione solare, ecco perchè in inverno, quando la produzione si riduce, è importante integrarla nella dieta.

2) Magnesio

La carenza di magnesio può provocare stanchezza, debolezza muscolare e crampi uniti a irritabilità e nervosismo. Una dieta ricca di magnesio o supportato da un integratore alimentare aiuta a tenere sotto controllo la stanchezza e l’affaticamento mantenendo alto il tono muscolare e la sensazione di energia, oltre a combattere cefalee e insonnia.

3) Zinco

Lo zinco combatte gli effetti negativi dei radicali liberi e i processi di invecchiamento cellulare, stimola il sistema immunitario e ostacola la formazione dell’acne. Lo zinco aumenta in modo naturale la reattività del sistema immunitario, in particolare rinforza gli anticorpi utili a combattere quelle malattie che ci colpiscono quando ci sentiamo più deboli, come la classica influenza.

4) Spirulina

La spirulina è utilizzata in particolare per stimolare il sistema immunitario, ma anche per integrare un serie sostanze utili al nostro organismo di cui quest’alga è naturalmente ricca: vitamine A, B, C, E, ferro, calcio, magnesio e potassio. Ricca di antiossidanti, la spirulina è poi un ottimo anti-age. Inoltre, l’utilizzo periodico è particolarmente consigliato a vegetariani e vegani (vista la presenza di proteine) e agli anemici, dato che quest’alga contiene ferro.

5)Ginseng

La radice di Ginseng è nota per le sue proprietà ricostituenti ed energizzanti grazie ai suoi 70 principi attivi che aiutano il nostro organismo a fronteggiare periodi di affaticamento fisico e mentale. Oltre ad essere un potente ricostituente, il Ginseng è anche un ottimo alleato delle difese immunitarie, potenzia infatti la risposta del corpo verso i virus e infezioni in modo intelligente, proteggendo gli organi più deboli, potenzia l’attività mentale, la concentrazione e la memoria.

6) Aloe Vera

Il succo di Aloe Vera bevuto ogni mattina è un eccellente ricostituente e rimineralizzante, contiene infatti vitamine (A, gruppo B, C, E), minerali ( tra cui magnesio, rame, zinco e selenio), enzimi, aminoacidi (ovvero future proteine). Inoltre stimola il sistema immunitario ed è utile da assumere nel cambio di stagione come prevenzione per le malattie invernali.

7) Papaya Fermentata

Gli integratori a base di papaya fermentata sono estratti dal noto frutto tropicale fatto fermentare con l’utilizzo di alcool per diversi mesi. Grazie a questo processo le proprietà antiossidanti della papaya aumentano e sono in grado di aiutare l’organismo a combattere i radicali liberi con più facilità. Inoltre, la presenza di vitamine del gruppo B, C, E e sali minerali, ne fanno un ottimo prodotto energizzante e immunostimolante. Contenendo papaina, contribuisce inoltre ad alcalinizzare il corpo e ha un’azione digestiva. Non tutti però sono concordi sui reali benefici di questo integratore e anche gli studi a riguardo non sono arrivati sempre alle stesse conclusioni.

8) Echinacea

Le principali proprietà terapeutiche dell’echinacea che ne giustificano l’utilizzo nella profilassi e nel trattamento delle malattie stagionali sono riconducibili a un’azione stimolatoria delle difese immunitarie, attraverso l’aumento del numero e dell’attività dei globuli bianchi, elementi presenti nel sangue che inglobano e distruggono i microrganismi patogeni. Per un efficace effetto immunostimolante si consiglia l’assunzione di estratti di Echinacea in cicli di 15 giorni consecutivi seguiti da altrettanti giorni di sospensione. Due o tre cicli a partire dall’autunno, ossia all’arrivo dei primi freddi, rappresentano un buon metodo di prevenzione.9) La curcuma

La curcuma oltre che come ingrediente per svariate ricette, può essere utilizzata come rimedio naturale, quale integratore alimentare e antinfiammatorio, o antibiotico in caso di affezioni dolorose o virali. Con la curcuma è possibile preparare il Golden Milk (o latte d’oro), oppure mescolarla al miele: Miele e curcuma insieme diventano un potente antibiotico naturale. Preparare il rimedio naturale a base di miele e curcuma è facile, basta mescolare a 100 gr di miele liquido e 1 cucchiaio di curcuma in polvere. È necessario mescolare bene per sciogliere la curcuma in modo omogeneo. L’uso è quello che comunemente viene indicato anche per il miele: sciogliere un cucchiaio di miele nel latte vegetale caldo. Preso invece senza scioglierlo in altre bevande funge da antibiotico in caso di raffreddore influenza.

10) Miele di Manuka

La caratteristica di questo miele è di essere un potente antibatterico grazie al principio attivo noto come Methyglyoxal (MGO+) che ha potere antibatterico e disinfettante. Il miele di manuka viene consigliato dai pediatri anche ai bambini soprai due anni di età. Si tratta di un buon rimedio sia in fase preventiva che nel trattamento dei disturbi più comuni a cui sono soggetti i bambini: tosse, raffreddore, mal di gola, ecc. Dato il potere disinfettante ed antibiotico sembra che questo miele possa aiutare anche ad evitare le infezioni batteriche e virali a cui sono soggetti in particolare i bambini che frequentano nidi, asili e scuole. Per quanto riguarda la concentrazione di MGO: in fase preventiva per i bambini può essere sufficiente un miele con MGO 100+ utile a stimolare le difese immunitarie, ma se questo rimedio è scelto invece a scopo curativo meglio utilizzare prodotti con concentrazioni maggiori di principio attivo. Anche se il miele di manuka è un prodotto sicuro per i bambini, chiedete sempre consiglio al vostro pediatra prima di utilizzarlo.

►Gli integratori devono essere consigliati dal medico o dallo specialista e devono essere assunti per periodi di tempo limitati.

Potrebbero interessarti anche:

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*