Home » sana alimentazione » Cialde e capsule di caffè: le differenze

Cialde e capsule di caffè: le differenze

Cialde e capsule sono entrambe formate da una monodose di caffè da utilizzare in appositi dispositivi, ma anche se vengono spesso confuse, non sono la stessa cosa. Vediamo insieme le differenze:

Che cosa sono le cialde

Le cialde di caffè vengono confezionate sempre monodose e il caffè torrefatto e macinato viene dosato e pressato all’interno di due fogli di carta (di solito 7 g per cialda). Le cialde sono sempre confezionate in atmosfera protettiva e chiuse ermeticamente così da garantire sempre la costanza qualitativa del prodotto. Sul mercato è possibile trovarle sia in confezioni singole che in strisce contenenti più cialde. Lo standard più diffuso è l’E.S.E. (Easy Serving Espresso), un marchio presente sulle macchine per espresso e sulle confezioni di caffè che consente al consumatore di identificare la compatibilità tra i due prodotti e di essere quindi rassicurato nelle proprie scelte. Utilizzo: le cialde vengono inserite nel portafiltro (il “manico” della macchina da caffè che accoglie il caffè stesso) e, una volta usate, devono essere rimosse e gettate manualmente nel cestino. Le cialde sono biodegradabili e compostabili, con un impatto sull’ambiente minimo.

Che cosa sono le capsule

Le capsule caffè hanno una forma cilindrica e sono formate da involucro di plastica o di alluminio. Sono rigide e contenute in una bustina che ne conserva scrupolosamente l’aroma. Sul mercato è possibile trovarle sia in versione monodose che in confezioni da più pezzi. Un tempo ogni marca aveva la sua linea di capsule esclusa, oggi invece sono molti i produttori di capsule compatibili: comprando quindi una macchina del caffè a capsule, ad esempio Nespresso, non si è tenuti ad usare le capsule della Nespresso, ma sarà possibile scegliere tra le numerose proposte di capsule compatibili. Un vantaggio è che i sistemi a capsule possono erogare sia caffè che bevande come cappuccini, cioccolata, caffè macchiati, tè ed infusi. Qualità che non è possibile trovare nei sistemi a cialde.

Le capsule vengono confezionate in atmosfera protettiva e sigillate, questo ne preserva l’aroma e assicura la conservazione del caffè da batteri, umidità e calore. Le capsule di caffè hanno un contenuto di caffè che varia a seconda del tipo di capsula. Può andare perciò dai 5 ai 7 grammi per capsula. Le capsule di caffè in alluminio non sono riciclabili perchè sono bi-compomenti (alluminio e caffè) e quindi per essere smaltite andrebbero separati i due elementi. Anche le capsule in plastica non sono riciclabili, però stanno uscendo sul mercato delle capsule composte da plastiche biodegradabili che sembrano poter risolvere il problema di questo prodotto.

Conclusioni

Per quel che riguarda il gusto, non possiamo dire che ci sia molta differenza, dipende principalmente dal gusto personale. Il costo delle cialde è inferiore a quello delle capsule, ma la differenza non è abissale, la convenienza dipende da quanti caffè si fanno al giorno. L’impatto ambientale è a favore delle cialde.
Sulla durata nel tempo, le capsule battono invece le cialde: la sigillatura le rende più durevoli nel tempo e mantiene inalterato l’aroma del caffè più a lungo.

Potrebbe interessarti anche:

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*