Home » cura del corpo » Come scegliere il giusto detergente intimo

Come scegliere il giusto detergente intimo

Un buon prodotto per l’igiene intima deve rispettare le normali condizioni fisiologiche delle vie genitali femminili, ovvero il cosiddetto ecosistema vaginale. Il pH vaginale non è sempre uguale, ma varia a seconda delle fasi della vita della donna:

  • In età fertile (dall’adolescenza in poi) il pH vaginale è acido, cioè compreso tra 4,5 e 5. Questo perché in età fertile gli estrogeni prodotti dall’organismo stimolano la produzione di acido lattico da parte della flora batterica. L’acido lattico mantiene stabile il pH acido nel canale vaginale. L’acidità è importantissima per il benessere dell’ecosistema vaginale poiché impedisce ai germi patogeni di vivere e moltiplicarsi, riducendo le probabilità di sviluppare infezioni.
  • Nella bambina, nella donna in menopausa e nella senescenza vengono a mancare gli ormoni estrogeni: non vi è quindi produzione di acido lattico ed il pH vaginale è circa neutro (pH = 6 o 7). Si abbassano notevolmente le difese naturali e quindi si ha un maggior rischio di infezioni. In questo caso è opportuno usare un detergente a pH neutro, in quanto un prodotto acido provocherebbe bruciore e irritazione.

La scelta del detergente intimo ideale deve tenere conto delle variazioni di pH che accompagnano le fasi della vita della donna. Inoltre un buon prodotto deve essere privo di tensioattivi aggressivi che potrebbero indebolire la flora batterica e facilitare l’insorgenza di infezioni. Meglio scegliere prodotti senza profumazioni. I profumi infatti a contatto giorno dopo giorno con la mucosa genitale possono dare origine a reazioni indesiderate, quali allergie, prurito e bruciore. In commercio possiamo scegliere tra diverse formulazioni a seconda delle nostre necessità:

►Per situazioni in cui è necessario associare all’azione detergente un’attività antibatterica naturale, come il ciclo mestruale, il post partum, in viaggio o in palestra, possiamo scegliere formulazioni contenenti estratti ad azione antibatterica e disinfettante, come salvia, timo o semi di pompelmo (Es. Saugella verde, Intimil detergente).

►Per un’efficace azione rinfrescante e lenitiva, in caso di irritazione o prurito vulvare, meglio scegliere prodotti a base di estratto di Camomilla, avena o amamelide. Questi estratti sono utili per lenire arrossamenti causati dall’uso si assorbenti o dopo rapporti sessuali, ma anche in caso di irritazioni causate dal sudore o da alterazioni dell’equilibrio fisiologico(Es. saugella rosa, Chilly delicato).

►Per l’igiene intima maschile si possono scegliere prodotti a pH fisiologico con azione rinfrescante e deodorante. Principi attivi  come l’Eugenolo, ad esempio, svolgono un’efficace attività antisettica, fungicida, antinfiammatoria, riducendo le irritazioni e svolgendo una delicata azione deodorante. (Es. Saugella uomo, Chilly gel al mentolo)

►In caso di secchezza vaginale esistono detergenti specifici ad azione dermo-emolliente con componenti (come l’estratto di olivo o l’acido ialuronico) in grado di restituire nutrimento ed idratazione alle parti intime. (Es. Chilly speciale secchezza, Lubrigyn).

Scegli con cura il detergente intimo più adatto a te! Alla prossima!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*