Home » bambini » Creme protettive per il cambio: ecco come sceglierle

Creme protettive per il cambio: ecco come sceglierle

Le creme protettive per il cambio del pannolino sono creme in grado di formare una barriera protettiva tra la pelle delicata del bambino e le feci e l’urina presenti all’interno del pannolino. Quando il contatto tra le feci ed il sederino è prolungato  la pelle del bimbo rischia macerazione e quindi irritazione. E’ buona norma pertanto cambiare il pannolino rapidamente e procedere con una detersione delicata ed una perfetta asciugatura prima di applicare la crema protettiva. Le creme per il cambio vengono applicate in prossimità degli organi genitali dei bimbi e dunque, ancor più di altri cosmetici, devono essere usate con cautela e prestando la massima attenzione agli ingredienti che contengono. In commercio si trovano creme e paste protettive di ogni tipo.

Per poter effettuare una scelta consapevole è consigliabile controllare gli ingredienti presenti nella formulazione (INCI) avvalendosi di due importanti aiuti:

  • Il Biodizionario utile per identificare i componenti sani e naturali. ll Biodizionario ha censito quasi 5.000 ingredienti e accanto ad ognuno si trova un semaforo: da doppio rosso (“inaccettabile”) a doppio verde (“va bene”);
  • Skineco (associazione nazionale di ecodermatologia) ha stilato un elenco di 9 ingredienti da evitare sulla pelle del nostro bambino

Di recente l’Agenzia nazionale francese per la sicurezza dei medicinali e dei prodotti sanitari (Ansm) ha invitato a non usare il phenoxyethanolo nei prodotti  cosmetici destinati ai bambini sotto i tre anni di età e in particolare nei prodotti che vengono applicati sui glutei (creme protettive e salviettine profumate). Il phenoxyethanolo è un conservante ampiamente usato nei cosmetici ma da tempo sotto controllo per i suoi possibili effetti tossici sulla riproduzione e lo sviluppo. Per precauzione sarebbe meglio evitare i marchi che usano questo conservante.

La rivista Il Salvagente ha appena pubblicato un test proprio per verificare la presenza di phenoxyethanolo sulle creme protettive per neonati: 6 sulle 15 analizzate contengono questo conservante ritenuto pericoloso. Riportiamo di seguito i risultati dei test.

Le creme prese in esame in cui il il phenoxyethanolo è risultato assente sono:

  • WELEDA – Baby crema protettiva alla calendula
  • PURIS Baby care – Pasta protettiva
  • PASTA HOFFMAN – Lenitiva antiarrossamento
  • NIVEA BABY – Pasta protettiva emolliente
  • MUSTELA
  • AVEENO Baby – Crema barriera
  • JOHNSON’S PEDIATRIC – Baby Pasta Protettiva
  • PENATEN – Pasta protettiva
  • A-DERMA – Eryase crema

Le creme prese in esame in cui il il phenoxyethanolo è risultato presente sono:

  • FISSAN Baby – Protezione e Natura
  • BABYGELLA – Pasta protettiva
  • AVÈNE Pediatril – Crema per il cambio
  • CHICCO – Pasta lenitiva
  • DERMOGELLA bébé – Baby Paste
  • FISSAN Baby – Pasta Alta Protezione

Nel caso delle paste protettive per il cambio dei pannolini è consigliabile privilegiare prodotti naturali privi non solo di phenoxyethanolo, ma anche prive di parabeni e petrolati, sostanze di bassissima qualità ottenute dal petrolio e che sono diffusissime in questi cosmetici. Chiedi consiglio al tuo farmacista di fiducia e chiedi qualche campioncino gratuito per testare la crema cambio più adatta alla pelle del tuo bambino!

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*