Home » bambini » Dentifricio per bambini: quando iniziare ad usarlo

Dentifricio per bambini: quando iniziare ad usarlo

La comparsa dei primi dentini porta i genitori alla fatidica domanda: quando iniziare a lavare i denti ai bambini? Gli esperti raccomandano di prestare attenzione all’igiene dei denti a partire dalla comparsa del primo dentino, ma se da una parte è utile abituare i nostri bambini all’igiene orale fin da piccoli, dall’altra è inutile se non dannoso utilizzare il dentifricio prima dei 3 anni di età perché il bambino non è ancora in grado di controllare la deglutizione e tende a ingerirne una quantità troppo alta (secondo alcuni studi il 65%). Una indagine fatta qualche anno fa da Altroconsumo sottolinea la scarsa attenzione da parte dei produttori a dare le informazioni utili per scegliere il prodotto giusto in relazione all’età. Lavarsi i denti è un gesto che deve entrare a far parte delle abitudini quotidiane fin da piccoli, ma con le tappe giuste:

  • Fino a 1 anno: è bene spazzolare i denti da latte non appena iniziano a spuntare, ma evitando sotto l’anno di età di usare dentifrici. Utilizzare solo spazzolini adatti all’età o gli appositi ditalini di gomma da passare sulle gengive e sui denti.
  • Da 1 a 3 anni: sì allo spazzolino, no al dentifricio. Il bambino inizia a prendere confidenza con lo spazzolino ma sono mamma e papà a pulire i denti. Se si sceglie di utilizzare un dentifricio, meglio optare per un dentifricio senza fluoro, naturale e sicuro per i bambini anche in caso di ingestione.
  • Tra i 3 e i 6 anni: il bambino può iniziare a lavarsi i denti da solo con spazzolino e dentifricio specifici per la sua età e sotto la supervisione di un adulto. Il dentifricio scelto deve avere un contenuto di fluoro non superiore a 500 ppm (controllate in etichetta). Una quantità che garantisce il corretto apporto di fluoro per proteggere i denti, ma è abbastanza basso per evitare la fluorosi (degenerazione dello smalto dei denti, demineralizzazione e macchie). Basta poco dentifricio, la quantità necessaria a “sporcare” lo spazzolino. Infatti, la pulizia è data dal movimento meccanico dello spazzolino, che deve essere piccolo e con setole morbide.
  • Dai 6 anni in su: il bimbo è in grado di lavarsi i denti da solo usando un dentifricio per adulti (la quantità ingerita involontariamente scende al 30% perché i riflessi di deglutizione sono già sviluppati.).

Dentifricio per bambini: ci sono degli ingredienti da evitare?

Nell’acquistare un dentifricio per bambini gli ingredienti da tenere sotto la lente di ingrandimento sono:

  • Conservanti: un buon dentifricio dovrebbe avere al massimo un conservante, meglio se di uso alimentare come sodium benzoate e sorbate; la famiglia dei parabeni (methylparaben, propylparaben), molto diffusa in questo tipo di prodotto, non è di uso alimentare.
  • Coloranti: non dovrebbero essere presenti; riconoscerli in etichetta è facile in quanto indicati con la sigla CI e un numero.
  • Fluoro: per i bambini con meno di 6 anni deve essere presente in quantità non superiore a 500 ppm (controllate in etichetta), il quantitativo sufficiente a garantire un apporto di fluoro tale da proteggere i denti ma abbastanza basso da evitare la fluorosi.

In commercio è possibile trovare moltissimi dentifrici senza fluoro e a bassa abrasività, adatti sin dalla nascita dei primi dentini. Questi sono acquistabili nei negozi Bio, erboristerie e Parafarmacie e online. Ovviamente la cosa più importante per la pulizia dei denti è lo spazzolino, bisogna sceglierne uno adatto all’età del bimbo, morbido, meglio se con il manico semplice senza forme particolari per migliorare la presa e facilitare l’utilizzo.

Potrebbero interessarti anche:

(fonte Altroconsumo)

Print Friendly, PDF & Email

2 Responses for Dentifricio per bambini: quando iniziare ad usarlo

  1. tatiana rizzati ha detto:

    Buongiorno
    Come mai consigliate un quantitativo massimo di fluorio di 550ppm quando il ministero della salute suggerisce con grado di raccomandazione A, dai 6 mesi, un dentifricio con 1000ppm?
    grazie

    • Naturalmente ha detto:

      Salve, come riportato a piè di pagina le nostre sono indicazioni di carattere generale, non intendiamo sostituirci al medico o al Ministero della Sanità.
      Nella sottoraccomandazione 2.1 si indica la possibilità di utilizzare dai 6 mesi ai 6 anni di età, per la fluoroprofilassi, un dentifricio contenente almeno 1000 ppm di fluoro, 2 volte al giorno,ma in dose pea-size (piccola dose, della grandezza d un pisello). Come viene riportato dal Ministero esiste però una forte evidenza che l’uso di dentifricio che contiene almeno 1000 ppm di fluoro fino a 5/6 anni di età è associato ad un incremento del rischio di fluorosi. E’, quindi, consigliabile un’accurata supervisione della quantità di dentifricio fluorato somministrato al bambino nei primi anni di vita da parte del genitore (pea-size) per ridurre al minimo il rischio di fluorosi. Essendo molto difficile quantificare la quantità di fluoro nel dentifricio con 1000 ppm di fluoro (che poi è quello per adulti), è possibile utilizzarne uno con 550ppm per evitare fluorosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*