Home » cura del viso » Detergenti viso: quale scegliere?

Detergenti viso: quale scegliere?

Per una pulizia profonda della pelle del viso la sola acqua non basta, è necessario un cosmetico specifico. Dobbiamo distinguere la fase della detersione da quella della rimozione del make up ed utilizzare prodotti diversi per l’una e l’altra fase. Lo struccante si utilizza per rimuovere il trucco, mentre il detergente per rimuovere lo sporco o i residui di sebo.  I prodotti per la detersione solitamente hanno formule più delicate e sono studiati per rimuovere l’eccesso di sebo e le impurità che si depositano sul viso, mentre il gel o il latte struccante hanno formule più aggressive pensate per eliminare tutto il make up dal viso. La scelta del detergente deve basarsi sul tipo di pelle e sui gusti personali, ma anche sulle condizione climatiche. Ecco allora una miniguida per orientarsi nella scelta:

▶ Latte Detergente
Pulisce per affinità poiché contiene sostanze lipidiche in grado di rimuovere il film idrolipidico della pelle e, conseguentemente, lo sporco o il trucco. Si applica sull’epidermide asciutta con le dita o con l’aiuto di un dischetto di cotone, poi si elimina con l’acqua o preferibilmente con il tonico, in modo da asportare i residui e togliere l’untuosità in eccesso.

▶ Acqua micellare
È un detergente composto da una soluzione acquosa più micelle, che sono agglomerati di molecole in grado di catturare ed inglobare al loro interno la parte più untuosa, tipica delle impurità e del make-up. Molto pratica e veloce da usare, se ne mette un po’ su un dischetto di cotone e si passa sul viso, anche senza risciacquare. Adatto sia per pelli secche sia grasse, sia per il viso sia per gli occhi, si può adoperare anche dopo il latte detergente, in sostituzione del tonico.

▶ Gel Detergente
È la formulazione preferita da chi ha la pelle tendenzialmente grassa e impura, perché dà una sensazione di freschezza e leggerezza. Inoltre ha un’azione lievemente astringente sui pori. Ideale per pulire il viso al mattino è adatto a tutti i tipi di pelle.

Una variante è il gel con microgranuli, contenente corpuscoli che all’azione detergente abbinano una leggera esfoliazione meccanica. Non è adatto come struccante per occhi e può andar bene un paio di volte a settimana specie sulle pelli più spesse, poiché aiuta a rimuovere più efficacemente le impurità che ostruiscono i pori. Meglio, invece, diradare le applicazioni se la pelle è secca o delicata. Un esempio  il gel Belle Azul Dual Facial Cleanser con olio di argan e cellule staminali, ha in dotazione anche una pratica spazzolina in silicone per rimuovere le impurità.

▶ Mousse detergente
La sua azione è simile al gel, la differenza è che mentre il gel produce la schiuma nel momento in cui si emulsiona con l’acqua, la mousse, grazie al suo particolare erogatore, esce già in schiuma impalpabile e questo la rende più delicata e più facilmente dosabile. Come il gel, si applica sulla pelle umida, si massaggia e si risciacqua. Adatta sia al mattino per risvegliare la pelle, sia alla sera per purificarla prima del sonno. 

▶ Saponetta classica
La classica saponetta per le mani si può utilizzare anche per struccare o lavare il viso, ma come detergente è troppo aggressivo poichè ha un pH basico che crea un ambiente troppo alcalino, alterando il pH cutaneo, che è acido. L’uso continuo di sapone – anche del cosiddetto sapone di Marsiglia – può quindi indurre prurito e maggior sensibilità. Più idonei per la pulizia del viso sono invece i panetti  “saponi non saponi”,formulati con un pH acido, simile a quello della pelle  (che è intorno a 5) e arricchiti in genere da sostanze emollienti, che evitano di seccare l’epidermide.

▶ Salviettine struccanti, rimedio rapido
Pronte all’uso, non necessitano di risciacquo, sono imbevute di acque distillate vegetali e ingredienti emollienti in grado di sciogliere il trucco. Adatte come rimedio rapido da utilizzare in caso di necessità, ma non tutti i giorni.

 ▶ Tonico, meglio senza alcol

Il tonico per il viso è una lozione a base di sostanze leggermente acide che aiutano la pelle a mantenere inalterato il suo grado di acidità.  Il tonico ha una formulazione molto più leggera rispetto al latte detergente, rimuove residui di trucco e richiude i pori, lasciando la pelle piacevolmente fresca e compatta anche senza usare l’acqua. Si applica sul viso con un dischetto di cotone, picchiettando senza strofinare. Meglio scegliere il tipo senza alcol, poiché l’alcol potrebbe provocare pizzicori in chi ha la pelle sensibile, mentre potrebbe stimolare la produzione delle ghiandole sebacee in caso di pelle grassa.

▶ Scrub

Lo scrub ha solitamente l’aspetto di una crema o di un gel, nel quale sono immerse delle microsfere che, sfregate sul viso, rimuovono le cellule morte e restituiscono luminosità all’incarnato. Una pelle che non viene esfoliata con regolarità è opaca, dalla grana irregolare, spesso presenta imperfezioni e tutti i trattamenti viso risultano sempre poco efficaci. Se hai la pelle delicata e sensibile evita lo scrub e affidati al gommage,  più delicato e spesso arricchito con sostanze lenitive e rinfrescanti.

Per un utilizzo ottimale è sufficiente fare lo scrub una volta alla settimana.

Come si utilizza? Lo scrub va utilizzato sulla pelle pulita, già struccata e detersa, ma ancora umida. Va steso su viso, collo e decolleté eseguendo movimenti delicati e circolari, evitando il contorno occhi e labbra. Poi si risciacqua.

▶ Maschera viso

La maschera per il viso ha una consistenza corposa, perché molto ricca di sostanze nutritive. Non è un prodotto che va assorbito dalla pelle ma va lasciato in posa per permettere alla pelle di assimilare tutti i principi attivi della maschera. La maschera può essere ripetuta una o due volte a settimana. Il momento migliore è sicuramente dopo il bagno o la doccia: il vapore generato dall’acqua calda contribuisce a dilatare delicatamente i pori della pelle ed i principi attivi della maschera verranno recepiti meglio dalla pelle. In alternativa si può utilizzare una sauna facciale per aprire i pori della pelle e preparare il viso alla pulizia: interessante Hangsun Sauna Facciale con tecnologia nano ultrasonica in grado di generare sia vapore caldo, per aprire i pori, sia vapore freddo, per richiuderli e facilitare l’assorbimento dei prodotti.

Dopo la pulizia, l’idratazione
Qualunque detergente si usi, per quanto delicato possa essere, mattino e sera dopo la pulizia la pelle deve essere reidratata con una crema idratante, che e aiuta a ricostituire il sottile film idrolipidico che la ricopre e la protegge come una barriera.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*