Home » dieta » DietaZero: programma alimentare in 3 fasi

DietaZero: programma alimentare in 3 fasi

Il sistema alimentare DietaZero è un metodo scientifico finalizzato a  raggiungere e mantenere nel tempo il proprio benessere psico-fisico. Oltre ad una alimentazione equilibrata, il metodo DietaZero prevede moderata  attività fisica, particolare attenzione per il bioequilibrio ed il relax dei soggetti e alcune fondamentali abitudini, come la scelta degli alimenti da prediligere e la ripartizione di questi alimenti in almeno 4 pasti  quotidiani.

►La scelta degli alimenti è molto importante nel metodo Dieta Zero in quanto, prevedendo una strategia alimentare completa ed equilibrata, necessita di una attenta selezione degli alimenti appartenenti a ciascuna categoria. Le regole fondamentali consistono nel limitare l’impiego di carboidrati raffinati (ad alto indice glicemico), impiegare fonti proteiche a basso contenuto di grassi e bandire i grassi saturi. Nel corso del programma l’alimentazione tradizionale viene integrata con prodotti Zero, leggeri per la linea e gustosi per il palato. Zero è la nuovissima linea di alimenti e fitoestratti studiata appositamente per seguire, in maniera semplice e sicura, il metodo DietaZero.

►DietaZero è un programma alimentare che si articola in tre fasi di uguale durata,  Semplice da seguire, DietaZero non necessita la pesatura di prodotti alimentari o il calcolo di calorie: l’importante è attenersi alle regole della dieta e seguire le tre fasi del programma. Ciò che conta nel programma alimentare Zero è mantenere le tre fasi  della stessa identica durata, che va stabilita in base all’obiettivo peso da raggiungere.  Le tre fasi sono:

  •  Fase Zero.uno: è la fase della chetogenesi. A seconda dell’esigenza Dieta Zero può essere preceduta un periodo di rapido dimagrimento costituito dall’approccio chetonico (massimo 5 giorni) finalizzato esclusivamente a ottenere risultati veloci volti ad incoraggiare e motivare il paziente . È la fase che richiede qualche sacrificio in più perché ci si stacca totalmente dalle vecchie abitudini alimentari e si eliminano completamente zuccheri e carboidrati ma iniziano anche a vedersi rapidamente i risultati.
  • Fase Zero.due: è la fase della transizione. Si reintroducono parzialmente i carboidrati, il dimagrimento rallenta e si fissa il peso raggiunto.
  • Fase Zero.tre : è la fase conclusiva. È la fase nella quale la soddisfazione del risultato deve diventare  un motivo incentivante per mantenere i un’adeguata alimentazione e un corretto stile di vita.

►La strategia alimentare proposta si fonda sul concetto principale che il cibo abbia la capacità di agire in modo estremamente efficace sul sistema ormonale e dunque vada assunto osservando le tre seguenti regole:

  • corretta ripartizione tra i tre macronutrienti che compongono il pasto
  • adeguata ripartizione temporale dei pasti e/o degli snack (merende e/o spuntini)
  • discreta attenzione alla qualità degli alimenti da assumere

►Dieta Zero si propone di stabilire un equilibrio proporzionale tra glucagone e insulina, e quindi intervenire sul nostro metabolismo, attraverso la ripartizione equilibrata dei i tre macronutrienti:

1/3 Carboidrati, 1/3 Proteine e 1/3 Grassi

Per prima cosa calcoliamo il fabbisogno alimentare giornaliero, ovvero quanti grammi di proteine, carboidrati e grassi dobbiamo assumere. In seguito decidiamo in quale percentuale  ripartirli nei pasti della giornata per rispettarne le quantità. Scegliere il sistema Zero significa non solo adottare una strategia alimentare equilibrata e corretta, ma perseguire uno stile di vita sano e salutare in grado di garantire il benessere psico- fisico e la perfetta forma fisica dell’individuo.

Argomenti correlati:

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*