Home » cura capelli » Diluire lo shampoo: come e perchè farlo

Diluire lo shampoo: come e perchè farlo

Chi sceglie di diluire lo shampoo può farlo per diverse ragioni:

Evitare di irritare il cuoio capelluto con i tensioattivi o le sostanze aggressive presenti nello shampoo. Lo shampoo contiene infatti tensioattivi che catturano le particelle di sporco e lasciano puliti i capelli. Per quanto delicati siano i tensioattivi, questi attaccano comunque cute e capelli diventando aggressivi se presenti in grandi quantità. Per detergere i capelli è necessario un quantitativo minimo di tensioattivi, se questi sono aggressivi resteranno comunque tali anche diluendo lo shampoo, ma ne utilizzeremo meno ed il lavaggio sarà più efficace evitando l’effetto rebound. (Una cute sgrassata in modo eccessivo produrrà come risposta più sebo e i capelli si sporcheranno prima)

Distribuire lo shampoo in modo più uniforme, se la consistenza è molto densa o poco “schiumosa”.

Risparmiare sulla quantità di shampoo da utilizzare. Essendo lo shampoo concentrato, diluendolo con l’acqua esso manterrà le proprietà detergenti anche se la quantità utilizzata sarà minore, perciò un flacone  ci durerà più a lungo.

Come diluire lo shampoo?

Non esiste una proporzione esatta di acqua e shampoo. Sul web si parla molto di questo argomento e solitamente le indicazioni reperibili sui vari forum parlano di 1 cucchiaino da caffè di shampoo ogni 100 ml d’acqua, ma la soluzione ottenuta risulta spesso poco lavante. Si può tentare indicativamente con queste proporzioni:

  • 10 ml di shampoo ( 1 cucchiaio )
  • 150 ml di acqua tiepida ( 3/4 di un bicchiere di plastica)

Trovare le giuste proporzioni con cui diluire lo shampoo è indubbiamente la parte più difficile perché non bisogna penalizzare eccessivamente il potere lavante dello shampoo o si rischia di trovarsi a fine lavaggio con capelli ancora sporchi e appiccicosi. L’unico modo per trovare la soluzione perfetta per i nostri capelli è sperimentare, aumentare le dosi dell’acqua o dallo shampoo nel caso in cui se ne senta la necessità, fino ad ottenere la diluizione idonea.

Esiste un accessorio, chiamato spargishampoo, che può venire in aiuto in questa operazione. Lo spargishampoo non è altro che un flacone graduato in plastica flessibile dotato di beccuccio e quindi in grado di facilitare un’uniforme distribuzione dello shampoo diluito sui capelli; sul flacone sono riportati vari volumi per scegliere quale diluizione attuare, ma potete  ottenere lo stesso risultato usando un vecchio flacone di shampoo, un bicchiere di plastica o un vasetto dello yogurt. A mio parere lo spargishampoo non è indispensabile.

Alcuni consigli pratici

Meglio diluire poco prodotto alla volta,  non preparare litri di shampoo diluito per poi tenerli nella doccia pronti da usare: diluendo lo shampoo si diluiscono anche i conservanti che potrebbero essere in quantità troppo bassa per garantire la buona conservazione della miscela creata.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*