Home » apparato digerente » Disbiosi: anche la flora intestinale si altera!

Disbiosi: anche la flora intestinale si altera!

La DISBIOSI è un’alterazione della flora batterica intestinale che interessa il Colon e che si manifesta con alcuni sintomi precisi: cattiva digestione, gonfiore, stitichezza alternata a dissenteria, cambiamenti dell’umore, disturbi del sonno, candidosi vaginale.

In condizioni normali la flora batterica intestinale e l’organismo vivono in perfetta armonia. Quando la flora batterica viene alterata questo equilibrio si spezza e insorge una patologia chiamata Disbiosi. Il numero di batteri vantaggiosi diminuisce e i batteri patogeni iniziano a moltiplicarsi indisturbati nell’intestino. Questi batteri sono particolarmente pericolosi poiché possono spostarsi e colonizzare altre aree del corpo, provocando, per esempio, infezioni vaginali(come la candida) respiratorie e persino dentali. Con il passare del tempo possono comparire anche gravi patologie intestinali come il morbo di Crohn o tumori dell’apparato digerente.

Poiché la disbiosi, altera la permeabilità intestinale, può causare problemi digestivi, come l’aumento di produzione di gas intestinali e tossine, ma anche problemi di assorbimento delle sostanze nutritive. Determinate molecole infatti possono essere assorbite e riconosciute come estranee dal sistema immunitario che reagisce scatenando reazioni allergiche o vere e proprie malattie autoimmuni.

.Le cause della disbiosi intestinale

1) Alimentazione poco varia e non equilibrata, povera di fibre o ricca di grassi.

2) Ritmi lavorativi stressanti che portano ad affaticamento, nervosismo e insonnia

3) Mancanza di attività fisica

4) Utilizzo di farmaci specifici (come antibiotici) che agiscono sulla flora batterica, danneggiandola

5)Patologie in corso (epatopatie,pancreatiti croniche, gravi infezioni intestinali,parassitosi,interventi chirurgici)

6)Inquinanti presenti nei cibi (metalli pesanti,coloranti,solventi)

6)Vaccini

Conseguenze

A causa della disbiosi la flora batterica intestinale perde il proprio ruolo di barriera protettiva dell’organismo favorendo la proliferazione degli agenti patogeni e rendendo l’organismo vulnerabile alle malattie.
Dobbiamo ristabilire la corretta funzionalità della flora intestinale, perché con il passare del tempo potrebbero manifestarsi danni molto gravi come colite ulcerosa, morbo di Crohn, cistite cronica e tante altre.

Cosa fare?

Cambiamento delle abitudini alimentari: per migliorare la vitalità della nostra flora batterica intestinale è fondamentale evitare il più possibile ogni fonte di stress ed adottare un corretto stile di vita, supportato da un’alimentazione equilibrata. Cerchiamo di incrementare il consumo di alimenti prebiotici.

Terapie drenanti e disintossicanti sono un valido aiuto offerto dalla natura per aiutare i disturbi digestivi e il malassorbimento causati dalla disbiosi: il macerato glicerico di fico (ficus carica), per esempio, può aiutare a disintossicare il colon.

-Assunzione di fermenti lattici probiotici, che rigenerano la flora batterica e regolarizzano la funzione intestinale. I  fermenti lattici non sono tutti uguali, dobbiamo scegliere quelli più adatti in base ai nostri sintomi. Per esempio:

  • Disbiosi accompagnata da stipsi , meteorismo e gonfiore adominale: Assumi integratori che contengono Il Lactobacillus acidophilus, Il Lactobacillus casei o Bifidobacterium bifidum
  • Disbiosi accompagnata da dissenteria: sono più efficaci fermenti che contengono Bifidobacterium brevis e  Lactobacillus rhamnosus

A presto!

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*