Home » cura del corpo » Esfoliare la pelle con la spugna di Luffa

Esfoliare la pelle con la spugna di Luffa

Avete mai sentito parlare della Luffa?!

La Luffa (o Loofa) è un tipo di zucca coltivata nelle regioni tropicali di tutto il mondo. Da qualche tempo anche in Italia si sta sperimentando con successo la coltivazione della Luffa, nelle regioni a clima caldo come la Sardegna e la Sicilia. I frutti della Luffa sono verdi ed allungati, sembrano un incrocio tra una zucca ed una zucchina… Sono commestibili solo allo stadio giovanile, quando sono ancora immaturi. Con la maturazione, la polpa si modifica e da morbida e commestibile diventa fibrosa e spugnosa: è a questo stadio che subentra l’uso della Luffa in campo cosmetico.

Il frutto della luffa viene raccolto, lasciato seccare e sbucciato, vengono tolti i semi e i residui di polpa. Quello che ne resta è il , secche, legnose, elastiche e molto leggere, che una volta immerse in acqua si rigonfiano, ammorbidendosi e diventando un’ottima spugna. La Luffa viene utilizzata tal quale, semplicemente tagliando a pezzi il reticolo fibroso del frutto e ricavando da esso 4-5 spugne, a seconda della sua grandezza, anche applicando loro un manico in modo da ottenere una “spazzola” di Luffa per lavare la schiena.

La spugna di luffa ha un’ottima capacità di esfoliare delicatamente la pelle, rimuovendo le cellule morte e contemporaneamente riattivando la microcircolazione sanguigna. Il massaggio effettuato con la Luffa bagnata e insaponata durante la doccia o il bagno produce un vero e proprio “peeling” che facilita il ricambio cellulare rendendo la pelle molto più morbida e liscia. Questo si traduce in un reale beneficio e una concreta sensazione di benessere, è un ottimo aiuto per ridurre gli inestetismi della pelle, sgonfiare le gambe e i piedi, togliere i peli incarniti dovuti all’uso della cera depilatoria e, se usata con costanza, a ridurre la cellulite.  La sua efficacia è simile a quella delle spugne di crine, ma non graffia la pelle.

Inoltre va ricordato che la spugna di luffa è ipoallergenica: non viene trattata né sbiancata chimicamente. Asciuga in pochissimo tempo e le sue maglie sono troppo larghe per intrappolare i residui di sapone; in questo modo si evita che l’acqua sporca ristagni e i batteri si moltiplichino. Anche per questo è preferibile rispetto ad altri generi di spugne i cui tempi di asciugatura invece sono molto più lunghi.

A seconda del grado di maturazione del frutto, la spugna di luffa può essere più morbida o più ruvida, per essere adattata a diversi usi. Quando la luffa raggiunge il massimo della maturazione se ne possono ottenere spugne particolarmente ruvide, che ben sostituiscono le spugne abrasive usate generalmente in cucina. Per questo vengono consigliate per le stoviglie e la pulizia della casa in generale, laddove ci sia dello sporco da sfregare.

Vuoi provare la spugna di luffa ma non sai dove trovarla? Acquistala online ed inizia subito a rinnovare la tua pelle! E’ naturale, biodegradabile e costa davvero pochissimo!

A presto!

Print Friendly, PDF & Email

2 Responses for Esfoliare la pelle con la spugna di Luffa

  1. iris ha detto:

    è fantastica la luffa! peccato c he non posso condividere nessun vostro articolo su facebook paertendo da questa pagina 🙁

    • Naturalmente ha detto:

      Ciao Iris! Grazie del complimento, diventa fan della nostra pagina facebook Naturalmente Parafarmacia! Nel frattempo cercheremo di aggiungere un collegamento per condividere gli articoli direttamente dal sito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*