Home » bambini » Fasce portabebè e marsupi: come scegliere quelli giusti

Fasce portabebè e marsupi: come scegliere quelli giusti

Ho deciso acquistare per la mia neo-nipotina una fascia portabebè, ma informandomi in rete ho scoperto che la scelta non è semplice. La gamma di marsupi e fasce portabebè esistenti è molto ampia e deve essere fatta sulla base di esigenze individuali. Per prima cosa va detto che i supporti per portare il proprio bambino si suddividono in due grandi gruppi.

  • Supporti strutturati: con nodi, anelli o fibbie che possiedono forma propria (Mei Tai, fasce ad anelli, marsupi ergonomici)
  • Supporti non strutturati: lembi di tessuto, senza nodi, anelli o fibbie che non possiedono forma propria (fasce lunghe rigide, fasce lunghe elastiche)

Vediamoli insieme nel dettaglio:

Supporti strutturati:

►Mei Tai

Il mei tai è un marsupio di origine asiatica. Da semplice quadrato di tessuto si è evoluto con imbottiture, supporti e moschettoni, ma mantenendo comunque le caratteristiche di base. Nel mei tai il bambino può stare seduto con le gambe ben divaricate, la schiena rimane naturalmente incurvata, in posizione fisiologica.

La posizione corretta nel mei tai aiuta a sentire meno il peso del bambino che rimane ben appoggiato a chi lo porta. Con il mei tai si possono portare i bambini sia davanti che sulla schiena o sul fianco. Si può usare a partire dai due, tre mesi o comunque da quando il bimbo inizia a sorreggere bene la schiena. È considerato più semplice da utilizzare rispetto alle fasce porta bebè lunghe poiché il suo impiego è più intuitivo.

Fasce portabebè ad anelli

Questa fascia porta bebè si distingue dalle altre per la presenza di due anelli metallici anallergici alle estremità pensati per rendere le fasce più semplici e comode da indossare. Si regola la lunghezza, regolando i lembi di tessuto infilato negli anelli: in questo modo la fascia aderisce perfettamente al corpo sia del bambino che del portatore. Hanno il vantaggio di essere maneggevoli e comode da usare, garantiscono un’ottima tenuta anche con i bambini più pesanti e a differenza delle fasce elastiche non si deformano e non si consumano anche con un uso frequente

La fascia porta bebè con anelli è considerata comoda per allattare con facilità e in maniera discreta i neonati. Con i bambini più grandicelli, che stanno iniziando a camminare, è utile durante le lunghe passeggiate. Questa fascia va bene per portare i bambini soprattutto sul fianco, verso i 4,5 mesi quando la posizione “pancia a pancia” comincia ad essere limitante e i bimbi diventano più curiosi verso il mondo esterno.

Marsupi Ergonomici

Son una via di mezzo tra le fasce e i marsupi tradizionali. Più tecnici rispetto alle fasce o ai mei tai permettono di trasportare anche bambini più grandi e pesanti grazie alla fascia intorno alla vita e alle bretelle regolabili e imbottite che consentono di scaricare il peso del bambino in modo ottimale. Non si deformano e non si consumano anche con un uso frequente, sono in misura unica e si regolano per adattarsi a tutte le corporature (spesso preferito dai papà). Sono spesso preferiti perchè più semplici ed immediati da utilizzare rispetto ad altri supporti, sono utilizzabili dalla nascita con l’apposito cuscinetto riduttore fino al raggiungimento dei 6 Kg. Lo svantaggio è rappresentato dal fatto che non è possibile portare il neonato in posizione sdraiata “a culla” come nelle fasce e non sempre è garantita un’aderenza perfetta. Il marsupio ergonomico Tula mi sembra comodo e ben fatto.

Supporti Non strutturati:

►Fasce portabebè lunghe rigide

La fascia porta bebè lunga rigida è costituita da un telo, solitamente di cotone biologico, largo circa 70 cm e di lunghezza variabile dai 4 ai 5 metri. Viene legata attorno al corpo del bambino e del portatore così da garantire un sostegno comodo e confortevole al piccolo e comodità a chi lo porta. Il tessuto utilizzato è molto resistente, grazie alla trama diagonale, non si deforma ed è adatto anche a bambini pesanti. Ad esempio Carry Sling fascia.

La si può utilizzare dalla nascita e fino a quando il bambino voglia essere portato. Il grado di aderenza può essere regolato facilmente. Bisogna scegliere la misura giusta, in modo da non avere troppo tessuto inutilizzato o per evitare che la fascia sia troppo corta. (scegliere la giusta taglia ad es: tg S per chi porta la 40-42; taglia M per le mamme con tg 42 e papà fino a tg 50; tg L a partire da tg 44 per le mamme e tg 52 per i papà). Le posizioni realizzabili sono sul davanti (la migliore; posizione sdraiata e seduta), sul fianco (un po’ complessa) e sulla schiena, ma come per tutte le fasce, serve un po’ di manualità per imparare a indossarla correttamente.

►Fasce portabebè lunghe elastiche (io ho scelto questa tipologia)

La fascia lunga elastica può raggiungere i 5,5 metri e risultare adatta a portare bambini fino a 7-9 chilogrammi di peso ed è utilizzata soprattutto dalla nascita e per i primi mesi di vita, nonostante molte marche indichino nelle istruzioni un peso e un’età di utilizzo maggiore. Anche se diversamente indicato, l’unica posizione consigliabile con la fascia elastica è il “pancia a pancia” con il cosiddetto “triplo sostegno”.

Grazie alla sua elasticità questa fascia è più semplice da utilizzare in confronto ad una fascia di tessuto rigido perchè si adatta bene alla forma del corpo della mamma e del bambino. È leggera, sottile e particolarmente indicata per i nati prematuri (la cosiddetta marsupio-terapia), ma è sconsigliabile l’utilizzo dopo i 3/4 mesi in quanto, diversamente dalle fasce rigide, il sostegno non sarà più adeguato al peso del bambino. Ad esempio Baby Wrap fascia.

Guida alla scelta del supporto

In linea generale per la scelta di un buon supporto porta bebè bisogna tener presenti le caratteristiche indispensabili che un supporto di qualità deve soddisfare.

• Per quanto riguarda il Bambino: sostegno ottimale della colonna vertebrale, della testa, posizione divaricata-seduta delle gambine (a gambine di rana)

• Per quanto riguarda il Portatore un supporto di qualità permette di portare il bambino:

  • alto” (a livello e al di sopra del proprio ombelico) e quindi è regolabile in altezza
  • vicino” (non ci deve essere alcuno spazio vuoto tra i due corpi, non ci deve passare la mano) e quindi è regolabile in larghezza
  • in massima sicurezza
  • in massima libertà di movimento (le braccia/mani non devono sostenere il piccolo)

• Esistono inoltre delle caratteristiche auspicabili, che indicano il livello di qualità via via crescente dei supporti portabebè:

  • adattabilità alle esigenze di età e peso diversi nell’arco del periodo in cui un bambino può essere portato (0-3 anni, o anche più)
  • flessibilità che possa garantire diverse posizioni rispetto al corpo del portatore: sul davanti (a culla o seduto pancia contro pancia), sul fianco, sulla schiena
  • praticità che permetta completa libertà di movimento corporeo e delle mani
  • qualità delle materie di confezionamento prive di sostanze nocive nel rispetto di uomo e ambiente

(materiale tratto dal libro di Esther Weber “Portare i Piccoli – Un modo antico, moderno e.. comodo per stare insieme, ed. Il Leone Verde).

La mia scelta

Per la mia nipotina ho scelto la fascia lunga elastica, dal momento che permette di portare anche i nati prematuri e lei, sebbene non sia prematura, è molto piccola, e le posizioni in cui si può mettere il bebè mi sembrano ideali per lei. Questa fascia permette anche una comoda posizione allattamento e  per la mamma sarà semplice da mettere, penso che i tutorial siano molto ben spiegati. Purtroppo data l’elasticità della fascia, appena il peso del bebè aumenterà forse sarà scomoda, alcune mamme dicono massimo 5 o 6 kg poi tende a cedere il tessuto e il bebè si ritrova in posizioni troppo basse. A meno che non si tratti di un regalo, è da valutare un eventuale affitto della fascia nei negozi specializzati, acquistando poi una fascia più indicata per pesi superiori, come una Mei Tai così da farla utilizzare anche al papà.

Potrebbero interessarti anche:

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*