Home » make up » Guida ai pennelli per il make up

Guida ai pennelli per il make up

Esistono tantissimi tipi di pennelli per il trucco, alcuni con una caratteristica ben precisa e altri, invece, che possono essere utilizzati per più di uno scopo. Vediamo insieme i pennelli per il trucco che bisogna  assolutamente conoscere e che sono fondamentali per una perfetta riuscita del make up.

Pennelli trucco: Sintetici o Naturali?

I pennelli per il trucco possono avere setole sintetiche o naturali:

  • I pennelli da makeup di origine naturale sono realizzati in pelo di capra, martora, pony o zibellino. Risultano perfetti per la stesura di prodotti in polvere o compatti (come blush, ciprie ed ombretti) , hanno una superficie rugosa e trattengono meglio il colore rilasciandolo in maniera omogenea e graduale per ottenere un trucco con un effetto leggero e sfumato. Sono però difficili da pulire ed igienizzare.
  • I pennelli da makeup di tipo sintetico hanno setole in nylon e sono ottimi per la stesura di prodotti liquidi o in crema e data la loro natura è più semplice igienizzarli, evitando così la proliferazione di batteri.

Tipologie di pennelli

► Pennelli a lingua di gatto

Fra i pennelli trucco da fondotinta il più classico e diffuso è il pennello a lingua di gatto. Questo tipo di pennello permette una stesura precisa del fondotinta anche nelle zone solitamente più difficoltose (occhio, naso, ecc). Questo è un tipo di pennello particolarmente adatto per i prodotti in crema, fluidi e stick. L’uso ideale è tramite dei movimenti che partono dal centro del vostro viso andando verso l’attaccatura dei capelli, in modo da uniformare il colore e sfumarlo verso l’esterno.

Esistono pennelli a lingua di gatto di diverse dimensioni: i più grandi servono essenzialmente per applicare il fondotinta, mentre quelli più piccoli sono ideali per l’applicazione del correttore, dell’ombretto o del rossetto.

l pennelli ovali

La loro particolare forma li rende molto versatili e di facile utilizzo sia con prodotti liquidi che in polvere. Con un minimo di pratica si ottiene una stesura uniforme e perfettamente sfumata del nostro fondotinta. Li TROVI QUI’

► Pennelli grandi e tondi

Sono pennelli dalla classica forma arrotondata, molto pratici e morbidi. Possono essere utilizzati per l’applicazione di qualsiasi tipo di polvere per il viso e a seconda della compattezza delle setole la stesura della stesura sarà più o meno uniforme su tutto il viso

Si usano quelli più grandi e con setole fitte per applicare fondotinta compatti e minerali. I tipi di pennelli dalle setole più diradate, invece, sono utili quando ci serve applicare un prodotto in maniera leggera e non vogliamo che si ammassi troppo colore tutto in un unico punto: quindi sono l’ideale per blush, ciprie e terre.

 ► Pennelli a ventaglio

La forma a ventaglio si presta a differenti utilizzi. Esistono due tipi di pennelli a ventaglio: quelli con poche setole, piccoli e sottili, si usano alla fine del trucco per eliminare dal viso gli eccessi di cipria, fard, fondotinta o terra o per stendere l’illuminante. Quelli dalle setole più spesse e voluminose oltre che per eliminare gli eccessi, possono essere utilizzati per applicare il fard o la terra, nel caso si volesse un’applicazione più precisa, come accade nella tecnica del Contouring.

► Kabuki

Si tratta di un pennello con manico molto corto, con setole morbide e compatte, adatto per l’applicazione di polveri minerali, notoriamente finissime. Maggiore è la densità delle setole e maggiore sarà la coprenza del fondotinta. Maggiore è la grandezza di questo pennello e maggiore sarà l’area d’applicazione del fondotinta sul viso (con conseguente risparmio di tempo). L’applicazione del fondotinta minerale avviene con movimenti circolatori sul viso. E’ un pennello indispensabile se si utilizza il fondotinta minerale. Una volta acquistato può essere utilizzato anche per l’applicazione della cipria. Se siete affezionate ai fondotinta liquidi o compatti, potete evitare l’acquisto di questa tipologia di pennello.

► Pennello obliquo

Il suo particolare taglio angolato permette di applicare il fard in modo più preciso, seguendo perfettamente le curve del viso ed i lineamenti. I pennelli obliqui hanno setole abbastanza fitte e disegnano una pennellata abbastanza netta: per questo è sempre meglio picchiettare delicatamente il pennello sul viso e non prelevare mai troppo prodotto.

Inoltre è l’ideale per realizzare un contouring per correggere i lineamenti, cioè per contornare il viso con giochi di luci ed ombre. La punta di questo tipo di pennello va rivolta sempre verso l’alto.

► Pennelli piccoli e morbidi

Anche in questo caso ne esistono di diverse tipologie e grandezze, a seconda della parte dell’occhio a cui sono destinati. I pennelli da trucco più piccoli è piatti sono ideali per applicare l’ombretto, sia esso compatto, in polvere o in crema. Mentre quelli appena più grandi e tondi sono utili per creare soffici sfumature. Questi pennelli sono adatti ad applicare i prodotti in maniera molto precisa: sono quel tipo di pennelli che usiamo per stendere l’ombretto lungo la palpebra per ottenere un bel colore intenso. Può essere usato anche per applicare ombretti più o meno colorati lungo la rima inferiore dell’occhio conferendo allo sguardo un look più fresco e vivace.

► Pennello angolato per occhi e sopracciglia

La precisione del suo taglio obliquo e la durezza delle sue setole lo rende indispensabile nel trucco delle sopracciglia, perché ti aiuta a disegnare delle geometrie perfette. Possiamo utilizzare questo tipo di pennello anche per l’applicazione dell’ EyeLiner al posto del pennellino che si trova nella confezione.

 

Spugnetta Beauty blender

Questo tipo di spugnetta è un accessorio irrinunciabile. A forma di uovo appuntito, il suo compito più conosciuto è quello di stendere e sfumare il fondotinta liquido, con lo scopo di rendere la pelle uniforme. Anche quando si utilizza il pennello per il fondotinta si può comunque andare ad omogenizzare il risultato con la spugnetta. La beauty blender è adatta anche per l’applicazione del correttore sotto l’occhio, evitando quell’antiestetico accumulo di prodotto alla base delle ciglia o nelle rughette. La parte appuntita della spugnetta permette proprio di sfumare anche i prodotti più coprenti e di eliminarne gli eccessi. La TROVI QUI’

La beauty blender si può tranquillamente usare sia bagnata, per ottenere una maggior coprenza, che asciutta, ottenendo un effetto meno coprente, ma più uniforme e delicato!

Potrebbero interessarti anche:

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*