Home » Casa e Pulizie Domestiche » Il Kakebo per gestire il bilancio familiare

Il Kakebo per gestire il bilancio familiare

Il Kakebo è il libro dei conti di casa, ovvero un sistema  a cui i giapponesi si affidano per gestire il proprio budget personale. Si tratta di una sorta di agenda in cui annotare le entrate e le uscite e grazie a cui tenere traccia delle proprie abitudini di spesa. Esistono molte App per smartphone che aiutano a limitare le spese inutili, a risparmiare e a gestire le entrate e le uscite, ma i risultati ottenuti con questo metodo cartaceo per gestire il bilancio familiare si sono rivelati nettamente superiori rispetto all’annotare le spese su un file elettronico o all’utilizzo di una App.

Come usare il kakebo

1) PIANIFICA. All’inizio del mese riporta tutte le entrate e le uscite fisse, ma anche i tuoi obiettivi: quanto vorresti risparmiare ed in che modo ti impegni a farlo.

2) REGISTRA. Durante il mese registri le spese nelle diverse categorie, ogni giorno nella sua casellina.

3) FAI IL BILANCIO. A fine mese e a fine anno fai un bilancio per verificare la gestione delle spese .

Come compilare il kakebo punto per punto

1)PIANIFICA.

Inizia il mese mettendo le carte in tavola, cioè indica da cosa parti e che cosa ti aspetti.

COME FARE:

  • Registra le entrate e le uscite fisse (se non siamo sicuri dell’importo possiamo scrivere una stima a matita). Nelle entrate segniamo ad esempio gli stipendi e gli assegni familiari, mentre le uscite potrebbero riguardare le rate di un mutuo, l’abbonamento mensile per internet o la palestra.
  • Ipotizza il risparmio che ti prefiggi per il mese
  • Dalle Entrate sottrai le Uscite e il Risparmio: questa è la cifra di cui disponi fino alla fine del mese e che potrai segnare nel borsellino
  • Nella parte inferiore della pagina fissa gli obiettivi del mese (ad esempio, iniziare a mettere da parte una piccola cifra per le vacanze estive, ecc.) e definisci una lista dei punti che ti permetteranno di risparmiare andando alla ricerca di alternative più economiche (ad esempio, fare benzina dal benzinaio più economico, smettere di fumare, ecc.)

2) REGISTRA.

Il Kakebo contiene un calendario. Ogni colonna corrisponde a un giorno, mentre le righe rappresentano le categorie della spese che vengono così suddivise:

  • spese di sopravvivenza (spese indispensabili per alimentazione, salute, trasporti, figli, animali…)
  • optional (costi legati al tempo libero:ber,ristoranti,sigarette, cosmesi, shopping….)
  • cultura (arricchimento culturale e fisico: libri, musica, cinema e spettacoli…)
  • extra (emergenze, oggetti di lunga durata: viaggi, regali, spese per casa…)

COME FARE:

  • Ogni giorno registra il tipo di spesa e l’importo dentro alla relativa casella, e poi fai il totale del giorno
  • Alla fine della settimana segna i totali della settimana, suddivisi per categoria

Annotare le spese sul kakebo ti aiuterà a tenere traccia di tutto ciò che acquisterai e che pagherai durante un determinato mese e in questo modo ti renderai conto di quando avrai fatto delle spese inutili che avresti potuto evitare.

3) FAI IL BILANCIO.

La fine del mese è il momento per fare il bilancio, non solo in termini numerici ma anche riguardo gli obiettivi e le promesse che avevi definito all’inizio del mese; in pratica, un’occasione per riflettere sulle tue abitudini e sul tuo modo di spendere.

COME FARE:

  • compila i totali delle spese per settimana e per categoria e riportali nelle apposite tabelle.
  • confronta quanto hai speso con la somma che avevi a disposizione, per capire se sei riuscito a risparmiare oppure se hai sforato rispetto al tuo budget
  • rifletti su promesse e obiettivi, su cosa ha funzionato e cosa no

Come realizzare il kakebo fai da te

Possiamo facilmente realizzare un Kakebo fai da te, prendendo spunto dal kakebo originale e disegnando a mano in un quadernone o in una agenda le varie tabelle mensili e giornaliere. Oppure possiamo avvalerci di programmi come excel o word. Dopo aver impostato le tabelle settimanali stampiamo una copia per ogni settimana del mese in corso. Ogni settimana, nel relativo foglio, registriamo tutte le spese divise per categorie. La parte più difficile, ma anche quella più interessante del realizzare da sé il Kakebo,  è quella di stabilire le categorie in modo che siano personalizzate per la famiglia.

Dove trovare il Kakebo

Il Kakebo si trova in vendita nelle librerie e online (a esempio il Kakebo su Amazon) ma potrete trovare anche delle versioni del Kakebo in Pdf da stampare per tutto l’anno o mese per mese, con ulteriori spiegazioni per l’utilizzo. come quello proposto da Nuove Abitudini, così possiamo partire a compilarlo oppure utilizzarlo come esempio per realizzarne uno personalizzato.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*