Home » fitoterapia » Il Wasabi aumenta la soglia del dolore

Il Wasabi aumenta la soglia del dolore

Mai sentito parlare del ravanello giapponese!? Il ravanello giapponese (o Wasabia japonica) è una pianta appartenente alla famiglia delle Crucifere, della quale fanno parte anche il cavolo e la senape. Questa pianta cresce spontaneamente in vicinanza dei fiumi in zone fredde del Giappone, come per esempio in montagna o nelle valli in alta quota.

Dalla radice della Wasabia japonica si ottiene una pasta di colore verde e dal sapore particolarmente piccante, chiamata wasabi . Il wasabi viene venduto in tubetti simili a quelli del dentifricio per la sua consistenza densa e trova molte applicazioni nella cucina giapponese. E’ utilizzato come condimento soprattutto per accompagnare piatti a base di pesce crudo come sushi e sashimi. Nel sushi ne viene spalmata una piccola quantità tra il pesce e il riso; nel sashimi si scioglie nella salsa di soia, nella quale viene poi intinto il pesce crudo. Poiché il wasabi vanta blande proprietà antibatteriche, antisettiche e digestive, la salsa rappresenta un ottimo espediente per ridurre la carica batterica del pesce crudo.

Studi recenti sembrano attribuire al wasabi la proprietà di aumentare la soglia del dolore, ovvero il consumo di wasabi può contribuire a lenire il dolore innalzando la soglia di percezione da parte dell’organismo. Questo potenziale effetto sembra essere dovuto alla stimolazione di uno specifico recettore del dolore chiamato wasabi receptor . Il pizzicore e lacrimazione in realtà sono dovuti all’attivazione di questi recettori e del conseguente invio al cervello di un segnale d’allarme a cui segue la liberazione di endorfine e sostanze antinfiammatorie in grado di determinare un’ azione antidolorifica.

Se non avevate mai sentito parlare del ravanello giapponese, ora sapete da dove deriva quella salsina piccantissima che accompagna il vostro sushi!

A presto!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*