Home » bambini » Imparare a scrivere prima della scuola: la manualità fine

Imparare a scrivere prima della scuola: la manualità fine

A partire dai 4-5 anni alcuni bambini sembrano molto attratti dalle ‘letterine’ dell’alfabeto, le guardano con interesse e chiedono ai genitori di insegnargli a scrivere qualcosa. In questi casi il genitore comincia a porsi delle domande,  si chiede soprattutto se sia opportuno che il bimbo impari a leggere e scrivere prima del suo debutto scolastico oppure no. Secondo gli esperti non c’è una risposta unica ed assoluta a questa domanda poiché il processo di crescita non è un insieme di tappe identiche per ogni bambino. L’interesse per le ‘letterine’ che può mostrare un bimbo di 4-5 anni rientra nel suo più ampio percorso di esplorazione e scoperta del mondo che lo circonda, per questo è normale che alcuni bambini manifestino la voglia di leggere e scrivere molto prima di altri.

Personalmente ritengo che aspettare l’ingresso scolastico e l’aiuto delle insegnanti sia fondamentale per imparare le corrette tecniche di scrittura e lettura, anzi, insegnando al bambino tecniche sbagliate ad esempio per tracciare una lettera, sarà poi molto difficile correggerle una volta a scuola. Tuttavia, proprio perchè ogni bimbo ha le sue peculiarità, è inutile cercare delle regole assolute per l’apprendimento dell’Abc e credo sia ingiusto e controproducente bloccare l’interesse o la motivazione di un bambino di 4 o 5 anni.

Ovviamente questo è solo il mio punto di vista di mamma, non sono una esperta in questo campo. Mi sono però documentata poichè la mia bimba di 5 anni ha mostrato un forte interesse per le letterine e i numeri. Ho pensato di insistere sulla manualità fine, fondamentale nell’apprendimento della scrittura, proponendole una serie di attività giocose che lei ha molto apprezzato e volte ad imparare a tagliare, incollare e colorare con tecniche diverse. Secondo gli esperti, inoltre, per poter accedere alla lettere dell’alfabeto in stampatello maiuscolo è importante che i bambini si siano esercitati nella creazione di linee rette verticali ed orizzontali, linee curve e cerchi.  Perciò abbiamo fatto molti giochi ed esercizi di pregrafismo con le forme e le cornici. Ne ho trovate molte stampabili su internet, come sul sito genitorialmente.it . Ecco qualche esempio:

Ho acquistato delle lettere magnetiche (LE TROVI QUI’) che la bimba può attaccare alla lavagna e le ho utilizzate soprattutto per sviluppare in lei l’interesse per il disegno e le tecniche per colorare. Un giorno ad esempio prendiamo la lettera A. Io le dico 3 cose che iniziano per A e lei le disegna. Poi coloriamo l’Ape con i colori a cera, l’albero con i pennarelli e l’aereo con i colori a matita. Impariamo a fare la punta ai colori a matita. Mettiamo in ordine i pennarelli, dopo averli usati, nell’astuccio…..insomma cerco di assecondare il suo amore per le letterine spingendo su attività rivolte più che altro a migliorare la manualità fine. Poi, parliamoci chiaro, in classe con mia figlia ci sono bambine di 5 anni che sanno leggere. Ma noi procediamo con i nostri tempi e le nostre attività sperando di fare bene.

App per smartphon e Libri

In edicola e in libreria esistono moltissimi libri per la prescrittura, ma per le mamma più tecnologiche anche molte App di giochi ed esercizi, come la recente App “Le Lettere e gli Animali” di cui si trova anche la collana di libri in uscita settimanale nelle edicole.

Libri utili per la preparazione alla scuola primaria

Esistono molti libri utili per la preparazione alla scuola primaria, a noi piacciono quelli della collana Erickson, come Sviluppare i prerequisiti per la scuola primaria .

Si tratta di un quaderno operativo che propone un percorso ludico completo sui prerequisiti cognitivi e strumentali necessari ad affrontare con più facilità i primi apprendimenti scolastici, in particolare relativi alla lettura e alla scrittura. Giochi logici, linguistici, metalinguistici, grafo-motori e di precalcolo si affiancano a esercizi che stimolano l’attenzione, la memoria visuo-spaziale, la consapevolezza del tempo e l’orientamento nello spazio, con l’obiettivo di coinvolgere i bambini e accrescere il loro interesse a osservare, confrontare, indovinare, raccontare, colorare, disegnare, contare, fare delle scelte, riflettere sulle emozioni. La presentazione delle proposte è analoga al modo in cui si apprende, perciò le attività non vengono raggruppate per aree, ma si alternano e si mescolano in ogni pagina: il percorso risulta così più divertente e permette al bambino di apprendere naturalmente, affrontando le diverse competenze in modo integrato. Pensato per bambini dai 5 anni in su, il volume può essere utilizzato sia alla scuola dell’infanzia sotto la guida dell’insegnante, sia a casa come supporto all’attività ludico-didattica con papà e mamma. Della stessa collana Prepararsi a scrivere Giochi e attività di pregrafismo.

Anche Primi voli di Camillo Bortolato è delizioso. E’ un cofanetto con 3 libri: fare, contare e pensare sono le azioni che permettono al bambino di acquisire consapevolezza di sè e della realtà che lo circonda, in una continua sperimentazione delle proprie capacità.I tre libretti e i due strumenti per leggere le quantità, contenuti nel cofanetto, accompagnano il bambino in un viaggio di crescita personale e sono rivolti: agli insegnanti che intendono svolgere il programma curricolare della scuola dell’infanzia; ai genitori che desiderano sperimentare un apprendimento precoce con i loro figli; agli operatori che svolgono attività con i bambini in difficoltà nella scuola primaria.

Potrebbero interessarti anche:

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*