Home » sana alimentazione » La dieta del pH: siamo esseri “alcalini”

La dieta del pH: siamo esseri “alcalini”

Seguendo un corso di nutrizione sono venuta a conoscenza della dieta del pH. Con il termine “dieta” ci riferiamo all’ insieme degli alimenti che assumiamo abitualmente. Ma cos’è esattamente la dieta del pH?

Il nostro sangue è leggermente alcalino ed il suo pH varia tra 7,35 e 7,45 in condizioni normali.

La dieta del pH si basa su questo principio: poiché il corpo umano funziona ad un pH leggermente alcalino, la nostra dieta dovrebbe essere composta per lo più di alimenti alcalini.

L’alimentazione standard ha molti alimenti che sono considerati acidi (proteine animali, zuccheri, caffeina, ecc). In seguito all’ingestione di cibi acidi il pH del sangue si acidifica e il nostro corpo tende a ristabilire il suo equilibrio e ripristinare il suo fisiologico pH basico. Per farlo sottrae al corpo i sali minerali essenziali causando  tutta una serie di problemi.
Ristabilire il pH del sangue viene considerata la priorità, perciò i minerali necessari (calcio, magnesio, potassio, ecc…) vengono sottratti ad ossa, capelli, unghie causando danni che a lungo andare possono portare all’insorgere di malattie croniche: si diventa più sensibili a candide e  cistiti, si ha maggiore tendenza all’infiammazione e potrà insorgere con più facilità l’osteoporosi!

Un’alimentazione ricca di cibi acidi  perciò altera il bilancio acido-base dell’organismo, favorendo la comparsa di un’acidosi cronica di grado lieve, che a sua volta sarebbe un fattore predisponente per alcune malattie e per un senso di malessere generale. Per questo la dieta alcalina consiglia di consumare ogni giorno il 70-80% di alimenti alcalini (come vegetali, frutta fresca, tuberi, noci e legumi) ed il 20-30% di alimenti acidi come cereali, carni formaggi).

Esistono vere e proprie tabelle per distinguere i cibi in acidi e alcalini ed aiutarci a seguire una dieta del pH; anche se gli studi sull’argomento sono ancora in corso una cosa è certa: l’alimentazione ha un profondo effetto sulla salute generale del nostro corpo!

A presto!

Print Friendly

2 Responses for La dieta del pH: siamo esseri “alcalini”

  1. simone ha detto:

    ma nello stomaco, dove vanno a finire tutti gli alimenti che ingeriamo, il pH e’ compreso tra 1 e 3….

    • Naturalmente ha detto:

      Il pH dello stomaco non è legato alla distinzione tra cibi acidificanti o alcalinizzanti. Per suddividere i cibi nelle due categorie occorre analizzare gli alimenti dopo la digestione, fare misurazioni del pH fisiologico e vedere come gli alimenti sono in grado di modificarlo. Ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*