Home » sana alimentazione » Lievito alimentare in scaglie: sostituto al formaggio

Lievito alimentare in scaglie: sostituto al formaggio

yeast-flakes-close

lievito alimentare in scaglie è lievito di birra deattivato, ovvero lievito che ha perso la sua capacità di lievitare e fermentare e che per questo non può essere utilizzato per la preparazione di pane e dolci. Questo lievito oltre ad essere molto gustoso è anche un’ottima fonte di vitamine e minerali fondamentali per il nostro benessere e viene utilizzato da vegetariani e vegani sia come integratore naturale alla propria dieta che come alternativa a sale o formaggio per insaporire i cibi, spolverato sul piatto proprio come si fa con il formaggio. Il sapore del lievito naturale in scaglie è intenso, pungente e cremoso, spesso considerato appunto simile al formaggio.

La produzione di questo lievito richiede la coltura per diversi giorni del lievito di birra, Quando il lievito è pronto, si procede alla sua deattivazione tramite calore e conseguentemente viene lavato, lasciato essiccare e ridotto in scaglie o in polvere. L’essiccazione, però, avviene a basse temperature e permette quindi di mantenere al meglio le proprietà nutritive che fanno tanto apprezzare questo alimento.

Proprietà e caratteristiche

  • Ricco di vitamine B , vitamina B12, acido folico, aminoacidi essenziali, fibre e ferro grazie ai quali contribuisce al miglioramento e al mantenimento della salute e della bellezza di pelle e capelli.
  • Elevato contenuto di fibre e beta glucani, utili per la riduzione di colesterolo e per il riequilibrio della flora batterica intestinale, con conseguente aiuto nel superamento dei disturbi da malassorbimento e di alcune malattie infiammatorie del colon.
  • basso contenuto di grassi e di sodio, senza zuccheri aggiunti e nonostante sia fatto crescere in zucchero di canna o di barbabietola, non è dolce e non costituisce una fonte di zucchero.
  • Contiene il selenio, antiossidante utile per contrastare i radicali liberi e ritardare l’invecchiamento delle cellule.

Controindicazioni

Il lievito va assunto con cautela, perché stiamo sempre parlando di un prodotto a base di miceti. Quindi non andrebbe adoperato per più di 2-3 mesi di seguito.

In ogni caso, il lievito alimentare in scaglie è  sconsigliato a chi soffre di Candida o ha episodi recidivi di malessere e disturbi dovuti alla proliferazione di questo fungo. Come tutti i lieviti, infatti, anche quello in scaglie va a nutrire la Candida e tende quindi a farla moltiplicare creando, in chi è predisposto, problemi di gonfiore intestinale e altri fastidi.

Devono evitare di consumare questo alimento anche le persone che hanno intolleranze ai lieviti.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*