Home » salute » Mannite: lassativo per adulti e bambini

Mannite: lassativo per adulti e bambini

mannaLa mannite, anche nota come mannitolo, è uno zucchero dalle proprietà lassative. Si ottiene attraverso la lavorazione del fruttosio presente in diversi vegetali. La fonte naturale di mannite per eccellenza è rappresentata dalla manna, una secrezione zuccherina che sgorga naturalmente dal fusto del frassino.

La Mannite è usata principalmente come depurativo rinfrescante dell’organismo e come lassativo ad azione delicata, adatto anche ai bambini. La Mannite agisce in tempi rapidi, non irrita il colon, è scarsamente assorbita dall’organismo, non causa dipendenza, è di origine vegetale, ha un buon sapore e può essere usata anche dalle persone più delicate come i bambini o  gli anziani.

Una volta assunta per via orale, la mannite viene scarsamente assorbita dall’organismo e una volta giunta nel colon, per effetto osmotico, richiama acqua nel lume intestinale. In questo modo rende la massa fecale più morbida, stimolando meccanicamente la peristalsi intestinale e facilitando l’evaquazione.

In commercio la mannite si trova sotto forma di panetti o cannoli. Per ottenere un effetto lassativo può essere disciolta in acqua calda o latte, a dosaggi compresi tra i 10 ed i 30 grammi al giorno per gli adulti e dosaggi inferiori consigliati ovviamente dal pediatra per i bambini. L’effetto lassativo della mannite non è immediato, ma richiede dalle 8-10 ore, pertanto è consigliata l’assunzione di sera. Per un impiego corretto ed efficace del prodotto, è importante bere molto. Si suggerisce di iniziare con la dose minima indicata, per poi regolarsi in base alla risposta del proprio organismo.

La mannite è ben tollerata ed assunta alle dosi consigliate non provoca nausea o coliche; come tutti i lassativi è controindicata in presenza di occlusioni intestinali o ipersensibilità accertata. La mannite può ridurre l’assorbimento di farmaci assunti contemporaneamente per via orale, la cui assunzione dovrebbe quindi avvenire a distanza di almeno 2-3 ore. A dosi elevate, può causare flatulenza e fastidi addominali.

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*