Home » sana alimentazione » Miele di Manuka: quale scegliere

Miele di Manuka: quale scegliere

manul Miele di Manuka è prodotto dalle api che raccolgono il nettare dai fiori della pianta Leptospermum scoparium , un arbusto che cresce spontaneamente nelle distese incontaminate della Nuova Zelanda.

Tutti i tipi di miele possiedo una certa proprietà antibatterica dovuta alla presenza del perossido di idrogeno, ma questo antisettico naturale viene drasticamente ridotto o addirittura eliminato da calore, dalla luce e soprattutto da un enzima (catalasi presente nei tessuti e nel siero umano. Infatti, una volta che un miele ‘normale’ viene ingerito ed entra in circolo nell’organismo, l’enzima catalasi scompone il perossido d’idrogeno eliminando gran parte dell’efficacia antibatterica.

Studi condotti dal Prof. Peter Molan, biochimico Neozelandese, dimostrano come la forte proprietà antibiotica del Miele di Manuka non derivi dalla presenza del perossido d’idrogeno. Non tutto il Miele di Manuka possiede la medesima proprietà antibatterica la quale è influenzata da numerosi fattori (il lavoro delle api su alberi di specie diverse; la modalità e il tempo di raccolta, ecc.).

Esistono due sistemi per misurare la potenza antibatterica dei mieli di Manuka: MGO e UMF:

  • UMF sta per “Unique Manuka Factor”. L’UMF testa la prestazione antibatterica di un miele comparandola con il fenolo, un disinfettante.
  • MGO è marchio registrato di un’azienda chiamata Manuka Health, della Nuova Zelanda.
    Questo sistema misura i livelli di MethylGlyOxal (Metilgliossale), l’ingrediente attivo responsabile dell’azione antibatterica del miele di Manuka.

UMF

UMF è un marchio internazionale esterno a tutte le aziende produttrici di Miele di Manuka e può essere usato unicamente da licenziatari autorizzati che rispondono ad una serie di criteri ben definiti.
Per ottenere il ‘bollino’ UMF il produttore deve sottoporre ogni singolo lotto di miele ad una serie di analisi, test di laboratorio e verifiche delle procedure di produzione. Il marchio UMF® e’ una garanzia certa per il consumatore poichè il miele è tracciato dall’apiario fino al confezionamento. Da ogni vasetto si può risalire con certezza sia al singolo alveare, che al laboratorio che ha testato il valore UMF® di quello specifico lotto di produzione.

La metodologia UMF valuta l’attività antibatterica di un miele comparandola con un disinfettante, il fenolo, ed attribuendo, alla fine, il ‘bollino’ UMF e il relativo numero (+5; +10; ecc.) che evidenzia il potere antibiotico complessivo. Il punteggio UMF ha una relazione uno-a-uno allo standard fenolo: in sostanza un miele, ad esempio, con fattore UMF +10 corrisponde ad una soluzione al 10% di fenolo. Tutti i mieli di Manuka in cui viene rilevato un indice UMF maggiore di 10 sono considerati attivi, ma studi di laboratorio hanno dimostrato che i Mieli di Manuka aventi livelli di attività non-perossido di UMF 12, UMF 15 o superiori sono effettivamente efficaci su di un’ampia gamma di batteri molto resistenti.

MGO

MGO è invece un indice che si riferisce alla presenza di Methylglyoxal, uno tra i principi attivi effettivamente responsabili della potenza antibiotica del Manuka. La scoperta dell’ingrediente Methylglyoxal nel Miele di manuka è stata fatta dal Prof. Thomas Henle, dell’Istituto di Chimica Alimentare presso l’Università Tecnica di Dresda, in Germania.

▶Maggiore è il contenuto di Methylglyoxal e maggiore sarà l’attività antibatterica del miele.

MGO, inoltre, è un Marchio Internazionale registrato dall’azienda Manuka Health New Zealand Ltd., quindi sui prodotti di questa azienda si potrà leggere soltanto il marchio MGO ma mai il marchio UMF.

Come si rapporta l’MGO all’UMF?

Qualità da tavola: da 100 a 400 MGO = da 10 a 20 UMF
Qualità antibatterica: da 400 a 850 MGO = da 20  a 35 UMF
Qualità antibatterica Superiore: da 850MGO in su = da 35 UMF in su
Per far maggior chiarezza sulle differenze tra lo standard ufficiale UMF e quello aziendale MGO è stata predisposta una tabella di conversione:

 

Livello di Metilgliossale Classificazione UMF®
≥83 mg/kg 5+
≥263 mg/kg 10+
≥514 mg/kg 15+
≥573 mg/kg 16+
≥696 mg/kg 18+
≥829 mg/kg 20+

 

Proprietà del Miele di Manuka

  • E’ un potente tonificante e antiossidante;
  • E’ ricchissimo di vitamine e di enzimi;
  • E’ un straordinario e naturale antisettico, antibatterico, antibiotico e antivirale;
  • Possiede un’azione antinfiammatoria che allevia il dolore curando artriti e artrosi;
  • Risolve rapidamente le infezioni e distrugge i batteri;
  • Ottimo in caso di raffreddore, influenza e mal di gola;
  • Allevia i disturbi da infiammazione del tratto gastrointestinale, supporta la digestione e accelera i processi di cicatrizzazione dell’apparato digerente;
  • Ottimo in caso di ulcere o Sindrome da colon irritabile;
  • Elimina lo Staffilococco, l’Helicobacter pylori, fistole e le infezioni da ceppi di batteri resistenti agli antibiotici;
  • Ha proprietà antifungina che può curare la tigna, il piede d’atleta e le micosi in generale;
  • Applicato sulle ferite accelera il processo di ricostruzione tissutale e crea un ambiente di guarigione che permette alle nuove cellule della pelle di crescere a filo della ferita, prevenendo deformità della pelle e cicatrici

 Come si usa

Un cucchiaino al giorno preferibilmente prima di colazione. Evitare di bere per i successivi 15-20 minuti. Può essere usato sia per via orale che topica.

In caso di problemi alla pelle, irritazioni, ferite, herpes, ecc. applicare una piccola dose di miele di Manuka sulla parte interessata e proteggere con un piccolo bendaggio.
miele3

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*