Home » fitoterapia » Ribes nigrum: proprietà ed utilizzi

Ribes nigrum: proprietà ed utilizzi

ribesll ribes nero è una di quelle piante di cui s’impiegano in fitoterapia varie parti (droghe) e si hanno perciò diverse attività terapeutiche:
Le gemme ricche di olio essenziale, flavonoidi e glicosidi, agiscono come stimolanti delle ghiandole surrenali nella produzione di cortisolo, un cortisone endogeno che aiuta l’organismo a reagire alle infiammazioni.  Il gemmoderivato di ribes nero viene perciò impiegato per la sua potente proprietà antinfiammatoria e antistaminica che agisce sia al livello cutaneo, che a quello delle vie respiratorie; ed è quindi indicato in caso di riniti allergiche e croniche, asma, bronchiti, laringiti, faringiti, dermatiti e congiuntivite. Ha inoltre un’azione immunostimolante, combatte la stanchezza e aumenta la resistenza al freddo al fine di prevenire malattie influenzali.
Le foglie, i cui componenti principali sono triterpeni e un complesso di polifenoli, hanno proprietà depurative e diuretiche, vengono utilizzate in fitoterapia sotto forma di infusi e tinture madri per favorire l’eliminazione dell’urea e dell’acido urico, ridurre i livelli di colesterolo nel sangue, stabilizzare le membrane cellulari e drenare l’organismo.
I frutti, ricchi di acido citrico, vitamina C, oligoelementi, acidi polinsaturi, flavonoidi e antociani, si rivelano utili per la loro azione astringente, vasoprotettrice e rinfrescante. Sono quindi indicati, sotto forma di succo o infuso, per fragilità capillare e couperose.

Indicazioni:

  • Malattie da raffreddamento: l’estratto di ribes nigrum, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, può essere utile in casi di influenza, raffreddori, sinusite, mal di gola e tracheite, bronchiti, otiti e stati febbrili passeggeri.
  • Allergie e dermatiti: data la presenza di flavonoidi, il ribes nigrum ha un effetto lievementeantistaminico. È quindi indicato per le irritazioni delle vie respiratorie dovute alle allergie primaverili, ma anche in casi di orticaria, dermatite atopica ed allergie cutanee.
  • Dolore osseo e muscolare: grazie alla stimolazione della produzione di cortisolo, il ribes nigrum può essere utile nel ridurre i dolori muscolari e articolari, artrosi lieve, astenia e stress.
  • Depurazione: stimolando la diuresi e la pulizia del sangue per la presenza di triterpeni e polifenoli, l’estratto di ribes nigrum può essere indicato per eliminare le tossine dovute alle più svariate ragioni: da un periodo di alimentazione irregolare all’eccesso dicolesterolo
  • Fragilità capillare: si è notato che i flavonoidi e gli antocianosidi sono dei validi antagonisti dei radicali liberi. Il ribes nero offre benefici a tutti quei problemi legati al microcircolo, in particolare è utile in caso di fragilità capillare, gambe pesanti o emorroidi.

Il ribes nigrum si trova sotto forma di tintura madre, macerato glicerico (MG) o estratto idroenzimatico:

▶La tintura madre (T.M) di Ribes nigrum viene preparata utilizzando varie parti della pianta (solitamente foglie). Si tratta di un rimedio erboristico per drenare e disintossicare l’organismo. viene inoltre indicata come rimedio adatto in caso di reumatismi, artrosi e gotta

▶Il macerato glicerico (M.G.) viene preparato a partire dalla macerazione delle gemme fresche della pianta e viene consigliato soprattutto in caso di allergie respiratorie. il macerato di Ribes nigrum trova inoltre indicazione in tutti i tipi di infiammazione, nelle sindromi febbrili, nell’influenza, nelle sinusiti recidivanti, nell’asma bronchiale, nelle allergie nelle orticarie.

▶L’estratto Idroenzimatico di Ribes Nero, grazie ai principi attivi presenti nella pianta officinale, è utile per favorire il drenaggio dei liquidi corporei, la funzionalità delle vie urinarie, articolare e per il benessere di naso e gola.L’estrazione Idroenzimatica è una tecnica di lavorazione delle piante officinali che ha come scopo quello di ottenere un prodotto il più possibile biodisponibile (cioè assimilabile) e contenente l’intero fitocomplesso (principi attivi e principi complementari) presente nella pianta d’origine, sfruttandone così al meglio gli effetti sinergici. Il processo di estrazione Idroenzimatico è privo di solventi, esclusivo e brevettato.

Controindicazioni

Per quanto riguarda le controindicazioni del Ribes nigrum, bisogna prestare attenzione a chi soffre di ipertensione arteriosa. Se si prendono farmaci consultare sempre il proprio medico prima di utilzzare ribes nigrum. Sono possibili interazioni con farmaci anticoagulanti e alcuni psicofarmaci. Cautela nell’uso di ribes in concomitanza con diuretici per un prolungato periodo di tempo. Inoltre sono possibili reazioni allergiche che si manifestano con eruzioni cutanee, irritazione alla gola o, in casi estremi, difficolta a respirare. Evitare l’uso in gravidanza o allattamento ed evitare di somministrare ribes nero ai bambini sotto i 3 anni.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*