Home » sana alimentazione » Sale dell’Himalaya: scopri i nuovi aromi

Sale dell’Himalaya: scopri i nuovi aromi

Il sale dell’Himalaya è un sale marino fossile  formatosi circa 200 milioni di anni fa. Non si tratta di un comune sale marino, ma il lento processo di formazione ha permesso ai cristalli di sale himalayano di assorbire e inglobare oligoelementi preziosi per l’organismo.

Si presenta’ in cristalli grossi e irregolari (ma si trova anche fino) di colore caratteristico che va dalle sfumature di rosa all’arancio più o meno intenso a seconda del tipo e della quantità di minerali presenti.  Il particolare colore rosa deriva dall’alto contenuto di ferro, ma oltre al ferro troviamo  altri preziosi minerali che arricchiscono il cloruro di sodio.

Questo sale antichissimo viene raccolto a mano nella regione del Cachemire Pakistano, quindi condotto a valle con treni a vapore.  Il sale dell’Himalaya giunge fino a noi, dopo essere stato lavato,  asciugato e macinato a pietra, nella sua originale purezza, non è soggetto ad alcuna raffinazione e conserva così intatta la sua naturale ricchezza minerale .

Il sale rosa, grazie alla sua composizione, è apprezzabile in molti usi diversi, non solo quello alimentare:

  • È usato per cure estetiche e i trattamenti di bellezza : scrub corpo, peeling, massaggi, bagni di sale.
  • Utilizzato per lampade di sale cristallino. Queste lampade neutralizzano le frequenze elettromagnetiche generate da  televisione e computer  donando effetti benefici su  nervosismo, insonnia e disturbi della concentrazione.
  • ideale per preparazioni idrosaline da utilizzare nella prevenzione e nella cura di frequenti disturbi delle vie respiratorie e di malattie della pelle.

Grazie alle sue caratteristiche il sale dell’Himalaya è particolarmente adatto all’uso alimentare, al gusto è meno aggressivo del sale comune, non copre i sapori degli altri cibi, ma li accompagna e li esalta. Inoltre è possibile trovarlo al naturale o aromatizzato.

Venite a scoprire da Naturalmente Parafarmacia il sale rosa dell’Himalaya ai nuovi aromi , come ad esempio al peperoncino, alle alghe marine oppure alle erbe provenzali. Ma anche il nuovissimo aroma di fiori, buono ma anche molto bello per decorare i vostri piatti e renderli coreografici! Cosa aspettate?

 

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*