Home » bocca e denti » Scegliere lo spazzolino da denti

Scegliere lo spazzolino da denti

Lo spazzolino da denti è lo strumento principale usato per eliminare la placca batterica ed ottenere una corretta igiene orale. Evidenze scientifiche dimostrano che non vi sono differenze, in termini di efficacia nella pulizia, tra uno spazzolino tradizionale usato in modo corretto ed uno spazzolino elettrico. Esistono molti tipi di spazzolini tradizionali, diversi per forma, dimensione e caratteristiche delle setole.

Caratteristiche dello spazzolino da denti

Manico in plastica leggero e durevole,  resistente all’umidità, ergonomico, facile da afferrare in modo che non scivoli durante l’utilizzo.

► La testa dello spazzolino è la parte che ospita i ciuffi di setole. La testa deve essere piccola ed arrotondata per raggiungere tutti i denti, anche i più nascosti e non deve presentare spigoli per non creare traumi a livello delle gengive. La testa dello spazzolino può assumere funzioni diverse a seconda della lunghezza e della disposizione delle setole che formano i ciuffi:

  • I ciuffi possono essere fitti o normali. I ciuffi fitti hanno il vantaggio che formano un piano pulente uniforme , ma si ottiene una pulizia ottimale dei denti soltanto con una tecnica di spazzolamento corretta.
  • Setole di altezza diversa o crociate: si adattano bene alla superficie dentale consentendo una miglior pulizia degli spazi interdentali.
  • Testa massaggiante: questi spazzolini sono caratterizzati dalla presenza di due alette in gomma situate ai lati della testa che hanno la funzione di massaggiare la gengiva.
  • Testa flessibile: questi spazzolini garantiscono una pulizia più efficacie soprattutto della zona linguale e a livello delle arcate dentali. Grazie alla testa flessibile si adatta molto bene alle superfici dei molari.

► Le setole devono essere qualità perciò si preferiscono setole sintetiche, generalmente in Nylon, con diametro uniforme e punte arrotondate che evitano di graffiare i denti ed irritare le gengive. Le setole sintetiche sono piene, non raccolgono residui di cibo e non assorbono acqua, perciò si asciugano rapidamente evitando la proliferazione di batteri. La durezza ideale deve essere quella sufficiente per pulire i denti senza graffiare le gengive, solitamente la durezza media è quella consigliata.

► Le setole naturali sono sconsigliate perché si spezzano facilmente dalla testa dello spazzolino, hanno diametri diversi e molto irregolari e la punta non è arrotondata, perciò possono graffiare le gengive. Inoltre sono cave e al loro interno si possono accumulare i residui di cibo e acqua che alimentano lo sviluppo di muffe e batteri.

► Lo spazzolino non è eterno ma ha una durata media di 2 – 3 mesi, passati i quali va sostituito. Infatti le setole cominciano a piegarsi e perdono la loro flessibilità, di conseguenza lo spazzolino non può più agire con efficacia tra un dente e l’altro e lo sporco comincia ad accumularsi alla base delle setole diventando un deposito di batteri.

Queste indicazioni possono aiutarvi nella scelta dello spazzolino, ricordatevi che gli spazzolini non sono tutti uguali ma se alcuni costano di più la differenza poi si vede e si sente a livello della qualità delle setole. Non risparmiate sullo spazzolino per la vostra igiene orale, la salute dei denti è importantissima e ricordatevi di fare una visita di controllo dal vostro dentista di fiducia almeno una volta l’anno per stabilire se è necessaria una pulizia dentale.

Potrebbe interessarti anche:

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*