Home » fitoterapia » Stanchezza primaverile: combattila con la Rhodiola rosea

Stanchezza primaverile: combattila con la Rhodiola rosea

La Rhodiola rosea, conosciuta anche come radice d’oro o radice artica, è una pianta utilizzata da tempo nelle medicina tradizionale e popolare dell’Europa dell’Est e dell’Asia per la sua capacità di favorire le normali funzioni del sistema nervoso e di sostenere l’organismo nell’adattamento a condizioni particolarmente stressanti.

La Rhodiola è considerata una pianta adattogena, in grado di ridurre gli stati di affaticamento mentale e fisico e di aumentare la resistenza a stress di varia natura. Per questo può essere un utile coadiuvante nel favorire l’attenzione e il rendimento nel lavoro e nello studio, per potenziare le difese immunitarie e per incrementere la resistenza nello sport e nelle normali attività quotidiane. Gli effetti benefici della Rhodiola rosea si manifestano sia a livello delle prestazioni fisiche che mentali:

  •  A livello fisico agisce aumentando l’energia e la resistenza muscolare e riducendo i tempi di recupero. E’ adatta quindi a chi fa sport e in particolar modo agli atleti come supplemento fitoterapico nelle situazioni in cui è necessario un veloce recupero delle energie.
  • A livello delle funzioni cognitive agisce alterando le fasi di apprendimento, memorizzazione e concentrazione: riduce l’affaticamento mentale, aumenta l’ attenzione,la memoria  e i tempi di reazione e migliora la  concentrazione.
  • Studi condotti negli ultimi anni hanno evidenziato che la Rhodiola, oltre ad essere un potente adattogeno, favorisce il trasporto a livello cerebrale degli aminoacidi precursori dei neurotrasmettitori del buonumore. Costituisce un’integrazione adatta nelle problematiche legate alla sfera emozionale, come alcune sindromi depressive, alterazioni dell’umore, disfunzioni sessuali di natura psicologica, sintomi di affaticamento e apatia, disturbi del sonno, con sostanziale riduzione o completa scomparsa dei disturbi.
  • La rodiola trova impiego anche nel trattamento dell’obesità e del sovrappeso, poiché stimola il metabolismo dei grassi e controlla “ la fame nervosa”. La rodiola è in grado di innalzare i livelli di serotonina utile a ridurre il desiderio ossessivo di carboidrati ed incrementa i livelli di dopamina, sostanza capace di trasmettere al SNC il segnale di sazietà.

La Rhodiola rosea è controindicata in gravidanza ed allattamento; non sono noti effetti collaterali e tossicità. Essendo molto utilizzata è possibile trovarla in moltissimi integratori alimentari da sola, come monocomponente, oppure in associazione ad altri componenti fitoterapici. Tra i vari integratori disponibili, ad esempio è ottimo il Fitorodiola® Solgar, ditta veramente ottima sia per la qualità dei prodotti che per la tecnologia di assorbimento dei principi attivi che rendono gli integratori Solgar utili ed efficaci.

Potrebbero interessarti anche:

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*