Home » tisane infusi e te » Tè, infusi di frutta e tisane

Tè, infusi di frutta e tisane

Esistono moltissimi tipi di tè, ma tutti derivano dalla stessa pianta, Thea Sinensis, appartenente alla famiglia delle Camelie. Solo due varietà di Thea Sinensis sono state classificate come piante da produzione: la Camelia Sinensis, la specie più coltivata a foglie sottili, e la Camelia Assamica, varietà indiana a foglie larghe. Queste due varietà differiscono per le regioni di produzione, per il tipo di suolo e l’altitudine a cui vengono coltivate.

Le foglie di tè appartengono perciò alla stessa pianta, ma le diverse varietà di tè sono create attraverso trattamenti differenti delle foglie che presentano diversi metodi di lavorazione ed in particolare diversi gradi di ossidazione (comunemente chiamata “fermentazione”). Abbiamo visto quali sono le differenze tra tè nero e tè verde, i tè più conosciuti. I principali tipi di tè sono:

  • tè nero, o fermentato, di gran lunga il più consumato nei paesi occidentali, di aspetto scuro, quasi nero, produce un infuso dal colore ambrato e rappresenta il 98% del mercato mondiale. 
  • tè verde, non fermentato, dà un infuso giallo paglierino-verdognolo, dal gusto leggermente amaro e rappresenta il 2% del mercato mondiale.
  • semi-fermentati – detti anche oolong o wu-long, termine che significa “drago nero” – sono tè parzialmente ossidati che danno un infuso più corposo e intenso dei tè verdi, dal colore marrone verdastro e dall’aroma leggermente amaro, particolare e ricercato. Questi tè, piuttosto rari e poco conosciuti da noi, vengono preparati per lo più nella Cina meridionale e a Taiwan, anche se ne esistono ottimi preparati in India ed a Ceylon.Hanno un basso contenuto di teina e le stesse proprietà del tè verde.
  • tè bianco: solo in Cina si produce questo preziosissimo tè, anticamente riservato alla corte dell’ imperatore. La lavorazione si riduce allo stretto necessario a permetterne la commercializzazione: dopo la raccolta dei germogli, consentita solo in alcuni giorni dell’anno, questi vengono fatti essiccare al sole in recipienti molto grandi mossi a mano con movimenti circolari sino a quando le foglie assumono un colore argento che conferisce all’infuso un colore chiaro e delicato. Il tè bianco ha un sapore molto fresco, con una dolcezza evanescente ed un vivo retrogusto.
  • Rooibos– noto anche come tè rosso, è una bevanda ottenuta dall’infusione delle foglie di Aspalathus linearis, una leguminosa che cresce per lo più in Sud Africa. Una volta raccolte, le foglie vengono tritate, fatte fermentare ed essiccate. Non contengono caffeina, sono ricche di antiossidanti, minerali e vitamina C.

Il tè non va confuso con gli infusi e le tisane,che sono composte da altri elementi:

  • Infusi di frutta: sono bevande dal gusto gradevole che non contengono sostanze  eccitanti quali teina o caffeina e sono quindi adatte a tutti e degustabili a qualunque ora. La base di questi infusi è quasi sempre composta da karkadè e Rosa Canina ai quali vengono aggiunti pezzetti di frutta essiccata, bacche, fiori, foglie e aromi che combinati tra loro generano gusti diversi e originali.
  • Tisane: sono miscele di erbe officinali con determinati effetti “curativi”. In genere vengono arricchite da foglie di menta, da semi di anice per rendere il gusto,tendenzialmente amaro, più gradevole.
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*