Home » rimedi naturali » Trappola per vespe e zanzare fai da te

Trappola per vespe e zanzare fai da te

Le vespe hanno il loro ruolo nell’ecosistema, ma quando il loro nido è troppo vicino a casa possono costituire un pericolo per le persone e gli animali domestici. Ecco un  modo semplice ed ecologico per realizzare trappole per vespe fai da te. Noi vi proponiamo due alternative che andranno bene anche per le zanzare estive! Si perché basterà cambiare l’esca per attrarre vespe, zanzare o altri animali.

TRAPPOLA 1
1) Prendere una bottiglia di plastica e tagliare il collo

2) Togliere il tappo del flacone e capovolgere il collo a testa in giù e inserirlo nella apertura bottiglia che avete appena tagliato.

3) Unire le 2 parti utilizzando nastro di imballaggio o nastro adesivo

4) Spalmate di olio le pareti interne della bottiglia: questo impedirà alle vespe di risalire una volta entrate.

5)  Inserire l’esca nella trappola. Il metodo più semplice è lo zucchero e l’acqua, in alternativa funziona con acqua e aceto, birra, soda, anche detersivo per bucato.

6) Per appendere la trappola a in una zona lontana da bambini e animali domestici si possono praticare un paio di buchi dove far passare un cordone o dl filo di ferro. Tenete a mente che è necessario smontarle spesso per passare fuori l’esca e rimuovere le vespe morte .

7) Svuotare la trappola e sostituire l’esca.

esca1

TRAPPOLA 2

Questa trappola ecologica  è efficace e semplice da costruire ed è molto versatile poichè con la stessa sarà possibile attrarre svariati tipi di insetti nocivi: sarà sufficiente cambiare l’esca.

L’occorrente per la trappola per insetti fai da te
I materiali che verranno utilizzati non sono ecologici ma nel riutilizzarli si da una mano comunque all’ecologia.
Dopo la spiegazione per il fai da te di questa trappola troverete un elenco di attrattivi efficaci di comune utilizzo per una dose di 200ml . Occorrono due bottiglie di plastica, una con la parte superiore a forma conica  (verde in foto) ed una più rotondeggiante (arancione in foto). Munirsi di un taglierino, un po’ di fil di ferro o spago e forbici.

Le istruzioni per la trappola fai da te

Trappola-per-calabroni-e-vespe-A1) Prendete la bottiglia con la parte superiore a forma conica e disegnate con il pennarello due finestre come in figura A e seguendo le misure di figura B ritagliatele, incidendo prima con il taglierino e proseguendo con una forbice.

Trappola-per-calabroni-e-vespe-B

2) Prendete la bottiglia con la parte superiore rotonda ( quella arancione in foto) e tagliatela all’altezza indicata, preferibilmente al limite massimo del punto più stretto, potete farvi un’idea guardando la figura B.

Trappola-per-calabroni-e-vespe-C

3) Recuperate il tappo della bottiglia verde e foratelo al centro con il punteruolo per far passare il fil di ferro o lo spago di canapa che fungerà da appendino (figura C).
4) Dopo aver ritagliato le due finestre inserite capovolta e senza tappo la parte rotonda della bottiglia arancione, praticando una lieve pressione le due parti si bloccano grazie alla loro forma conica. Avvitate il tappo con l’apposito gancio e la vostra trappola è pronta per l’utilizzo. Il fatto di aver semplicemente incastrato le due parti (verde e arancione) renderà più facile la rimozione degli insetti annegati e la pulizia.

Le varie esche per la trappola per insetti fai da te
L’esca da mettere sul fondo della trappola varia a seconda degli insetti che si vogliono catturare:

Vespe e calabroni

  • 1/2 litro di BIRRA + 2 cucchiai di zucchero o miele
  • Acqua 500 cl. + zucchero (3 cucchiai), oppure miele (2 cucchiai) + aceto rosso di vino (80 cl. circa).
  • Vino bianco dolce 500 cl. + zucchero (3 cucchiai), oppure miele (2 cucchiai) + 30 ml di sciroppo di menta.

Lepidotteri – Vino rosso, Lt. 1 + zucchero (6 cucchiai), aggiugere n.10/15 chiodi di garofano + mezza stecca di cannella. Lasciare in infusione 15 gg. Questa soluzione va diluita con acqua in proporzione 1 a 3 (un Lt. vino, tre Lt. acqua) considerando un utilizzo finale di 500 cl per trappola (soluzione più efficace soprattutto per la cattura di lepidotteri)

Mosche e mosconi – residui di pesce o carne (alcuni suggeriscono di metterci anche acqua)

Zanzare – 200ml di acqua, 50g di zucchero grezzo, 1g di lievito (Il lievito fermentando lentamente, produrrà anidride carbonica, la stessa che attraverso il nostro respiro guida verso di noi le zanzare.), una monetina di rame… le zanzare nidificano nell’acqua, dunque occhio a non creargli una nursery, il rame dovrebbe rendere.

trappole-zanzare

Dove posizionare le trappole

La trappola fai da te va posizionata nei pressi della zona maggiormente invasa dagli insetti.
Esempio se siete in casa collocatela fuori di casa, e lontana dalle finestre. In modo che fermerete gli insetti prima che tentino di avvicinarsi in casa.Le trappole vanno posizionate lontano da bambini o animali domestici, ai bordi del perimetro di gioco.
In giardino posizionatela sugli alberi a non meno di 3-4 metri da voi, ad un’altezza da 1 a 2,5 metri dal suolo, orientatele verso sud/sud-ovest rispetto l’albero.

Potrebbe interessarti anche:

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*